In occasione del Ponte del Primo Maggio, se avete il weekend libero, grazie a questa festività potrete sfruttare questi giorni di stop lavorativo per conoscere una città nuova. Sono molte le destinazioni europee che si possono raggiugere in poche ore di volo e, una volta giunti a destinazione, le cose da fare e da vedere sono tantissime. Per questo 1 maggio un’idea potrebbe essere quella di visitare Amsterdam. Cuore pulsante dell’Olanda, questa città unisce natura, relax, divertimento e cultura. Potrete visitare musei, recuperare energie nei parchi, scoprire la città da un battello o in bicicletta, innamorarvi dei tulipani e dei mulini. Se avete solo due giorni a disposizione ecco quali sono le attrazioni che non potete assolutamente perdervi.

1 Maggio: cosa vedere ad Amsterdam in 2 giorni

  • Giorno 1: appena arrivati ad Amsterdam il consiglio è quello di fare un giro a piedi tra i canali per capire un po’ la forma e la bellezza di questa città. Facendolo cercate di dirigervi, con una mappa o con la localizzazione sul cellulare, verso Piazza Dam. Questa è una delle mete turistiche principali, la zona più famosa della città. Oltre alla bellezza insita, attorno a voi noterete anche altri edifici storici importanti come il Palazzo Reale, la Nieuwe Kerk e il museo delle cere di Madame Tussauds. Passeggiando potrete decidere anche di prendere un traghetto e farvi portare in giro alla scoperta di Amsterdam, sfruttando un punto di vista differente. Se poi volete levarvi subito il pensiero dei souvenir e fare comunque un rilassante giro per negozi, il posto che fa per voi è il quartiere dello shopping, “De 9 Straatjes”, le 9 stradine. Alla sera, inutile dirlo, potreste anche fare un giro non solo nelle tante piazzette meravigliose del centro città, ma se non siete con i bambini, merita di essere visto anche il quartiere a luci rosse e Piazza Leidseplein dove si concentra tutta la movida “hot”.
  • Giorno 2: dopo aver visitato in lungo e in largo Amsterdam anche in traghetto, è il momento di dedicarsi all’arte. Non potete partire infatti senza aver visto il Museo di Van Gogh che, al suo interno, custodisce la collezione più grande al mondo di sue opere. Il museo si sviluppa su due edifici e, per visitarlo, si effettua una sorta di percorso storico e culturale legato alla vita dell’artista olandese. Altro museo importante, situato a pochi passi da quello di Van Gogh è il Rijksmuseum. Enorme e pieno di opere d’arte di ogni genere, merita di essere visto, ma un tour completo e comunque superficiale vi porterà via almeno 4 ore. Dopo questa tappa, con l’aiuto di un traghetto, è bene visitare anche la “Casa di Anna Frank”. È una sorta di museo che si trova lungo il “Canale del Principe” a Jordaan: qui si nascose infatti per due anni la giovane ebrea tedesca Anna Frank. Se avete ancora tempo poi potreste cercare di vedere, almeno da fuori, il museo della scienza Nemo, realizzato dall’architetto italiano Renzo Piano.