Viaggiare in moto è completamente diverso rispetto al classico viaggio in treno, autobus o aereo. Salire in sella alla propria motocicletta e partire all’avventura, zaino in spalla, significa mettersi alla prova fisicamente e mentalmente. Prima di tutto dovete portare con voi un bagaglio di piccole dimensioni, imparando quindi a scegliere cosa è essenziale e cosa no. In secondo luogo, viaggiare in moto vi permette di entrare maggiormente in contatto con la gente che vive i luoghi che visitate comprendendo meglio le realtà locali. Ecco allora alcuni suggerimenti per partire sulla vostra due ruote e scoprire l’Italia.

Gli itinerari in moto alla scoperta dell’Italia

  • Itinerario del Barolo: per partire in moto alla scoperta del Piemonte si può cominciare percorrendo le caratteristiche “Vie del Barolo” unendo così un percorso paesaggistico mozzafiato ad uno enogastronomico di qualità. Si comincia da Alba attraversando una strada panoramica verso Diano D’Alba, verso Grinzane Cavour. Dopo esservi riempiti gli occhi e il cuore di questo luogo si procede verso Serallunga D’Alba con l’affascinante Castello Faletti di Barolo, tipicamente medievale. Tappa obbligata è Monforte D’Alba lungo la strada dei vigneti del Barolo che prosegue verso Castiglione Falletto. Alla fine si giunge a Barolo, tappa finale di questo itinerario.
  • Itinerario “a pelo d’acqua”: ci spostiamo in Romagna dove i percorsi che portano alla scoperta di questa zona d’Italia sono sempre molto piacevoli per chi si muove in moto. Partendo da Ravenna nel percorso si incontrano, come piccole soste obbligate, diversi lidi che portano fino al Delta del Po. Primo step lo si fa a Portomaggiore dove potrete rilassarvi con un po’ di birdwatching nell’Oasi di Porto. Si riprende poi il viaggio in moto percorrendo Codigoro, Migliarino, Migliaro e Massa Fiscalia. Alla fine si giunge a Mesola nel cuore del Parco Interregionale Delta del Po. L’itinerario riporta poi verso Comacchio e si riconduce a Ravenna concludendo così questo itinerario stupendo.
  • Itinerario nel cuore della Sardegna: quest’isola è una delle mete più gettonate per i viaggi in moto. Potete ammirare il mare, inerpicarvi per i monti e scoprire piccoli borghi rurali stupefacenti. Per fare un tour della Gallura si puà partire da Tempio e iniziare a guidare verso Palau. La strada panoramica qui porta direttamente verso Monte Pulchiana e continua nel cuore della flora locale con rocce granitiche, boschi e paesaggi mozzafiato.
  • Itinerario sull’Etna: questo percorso in moto unisce Linguaglossa a Milo viene chiamato Mareneve. Il paesaggio qui è incredibile e riempie il cuore di ogni vistatore. A tratti infatti sembra di essere sulla luna con tanto di colate laviche che costeggiano la strada. Le curve sono tantissime e quindi per chi ama la moto è anche un itinerario perfetto per questo, sebbene non si possa percorrere ad alta velocità. Tra i punti di interesse vi è il Castagno dei Cento Cavalli, il più grande d’Italia che, leggenda vuole, offrì riparo alla Regina Giovanna e ai suoi centi cavalieri.
  • Itinerario pugliese: per scoprire un lato nuovo e anche molto gettonato della Puglia questo itinerario è perfetto. Si va alla scoperta della costa adriatica e di tutte le zone balnari di questa splendida regione, ovviamente su due ruote. Il punto di partenza è Manfredonia e, da qui, si procede verso Barletta attraversando nella Riserva Naturale delle Saline di Margherita di Savoia. Arrivati poi a Barletta si può fare un tour nelle bellezze artistiche di questa città, prima di ripartire verso Andria. Da qui ci si rimette in sella e si parte verso la costa, precisamente verso Trani per finire poi a Bari.
  • Itinerario classico delle Alpi: i passi alpini sono un grande classico per chi ama il viaggio in moto. Soprattutto in estate questi itinerari sono meravigliosi e permetteranno di cimentarvi con tante curve e percorsi soddisfacenti. Fra tutti vi è il Passo dello Stelvio con i suoi quasi 3000 metri d’altezza. È il valico più alto d’Italia, si parte da Bormio verso l’Alto Adige: questo è il percorso migliore perchè le curve, sebbene presenti, non sono molto strette e si può godere bene del paesaggio.
  • Itinerario del Lago di Garda: questa è una meta molto affascinante per chi ama la moto. Costeggiando questo specchio d’acqua infatti si apprezza la natura e anche tutte le località turistiche della zona. La difficoltà di questo itinerario è medio-bassa e uno dei percorsi più amati comincia da Arco con il suo meraviglioso orto botanico e arriva fino a Riva del Garda. Qui potete trovare un punto panoramico bellissimo: Limone del Garda con il suo clima mite ricco di aranci, agavi, oleandri… Si arriva poi a Salò e si prosegue verso Desenzano del Garda fino a Sirmione, meta finale di questo itinerario, conosciuta come la “Perla del Garda”.
  • Itinerario nei sentieri del Chianti: questo itinerario è un must per i motociclisti che decidono di viaggiare in Toscana. Le strade collinari accompagnano gli amanti delle due ruote alla scoperta di alcuni borghi medioevali come Volpaia, Castellina in Chianti, San Gimignano e Volterra. Si comincia da Firenze Certosa e ci si avventura lungo la Strada Chiantigiana. Da qui si prosegue verso Radda in Chianti e lungo la strada merita una deviazione verso Castello di Volpaia. Il paesaggio vi ripagherà di ogni fatica, giusto prima di ripartire alla volta di Poggibonsi e San Gimignano. Tappa finale la meravigliosa Volterra.
  • Itinerario in Ciociaria: questo è un tour molto semplice e relativamente breve, ma non per questo meno bello o affascinante. Si comincia da Anagni, la città dei Papi, dove, per forza, un giro tra le bellezze storiche, va fatto. Dopo si risale in sella procedendo verso Fiuggi, un sentiero pieno di curve dolci che sono una vera e propria gioia per i motociclisti. Dopo aver attraversato Guarcino si imbocca la via Prenestina in direzione Frosinone.