Il 25 aprile non è una festa unicamente italiana: anche in Australia, infatti, si festeggia questa particolare data perchè è l’Anzac Day. Si tratta di una commemorazione per tutti i soldati delle forze armate australiane e neozelandesi, ANZAC appunto, morti in tutte le guerre. I militari locali hanno combattuto con coraggio in entrambe le guerre mondiali e si è scelto come giorno proprio il 25 aprile per ricordarli in quanto è l’anniversario del primo sbarco dei soldati australiani e neozelandesi in Turchia, per contribuire alla campagna dei Dardanelli del 1951.

Le truppe ANZAC subirono gravissime perdite, ma non smisero mai di lottare e così, da quel 1951, ogni 25 aprile si festeggia questa ricorrenza, una data scelta simbolicamente dunque per ricordare e onorare il patriottismo dei soldati. Ogni anno così in Australia, Nuova Zelanda, Isole Cook, Niue, Samoa e Tonga si festeggia questa importante giornata in modo molto particolare.

Le commemorazioni storiche dell’Anzac Day

La festa dell’Anzac Day è molto sentita e quindi, per festeggiarla ci sono diverse attività e ricorrenze che si celebrano con la stessa passione e amore di oltre 60 anni fa. In tutte le maggiori città australiane, intanto, viene organizzato l‘Anzac Day Dawn Service, un servizio commemorativo alle prime luci del mattino per ricordare proprio l’attacco a Gallipoli in Turchia del 1951. A Sydeny, ad esempio, si comincia alle 4.15 del mattino con un inno, alcune preghiere e corone di fiori, il tutto alla presenza dei veterani. Successivamente, in tutte le città australiane e neozelandesi, solitamente intorno alle 9, viene effettuata una marcia che si conclude con una cerimonia celebrativa in alcune zone importanti per i caduti, come monumenti o targhe come a Hyde Park davanti al War Memorial. A Melbourne invece si conclude al Memorial Shrine Of Remembrance.

BBQ, giochi e dolcetti: come festeggiare a casa l’Anzac Day

Finite le celebrazioni più formali, è il momento di dedicarsi alla festa con i BBQ, amatissimi dagli australiani che si ritrovano con amici a casa oppure nei parchi più importanti per trascorrere la giornata insieme, in pace e divertimento. Inoltre, proprio in occasione dell’Anzac Day, si può giocare d’azzardo nei bar e nei locali. È l’unica occasione durante l’anno quindi non raro vedere i locali passare ore a fare un gioco chiamato “Two-Up” in cui si scommette sul lancio di un monetina: si scommette dunque sull’uscita di testa o croce, nulla di strano, eppure è una tradizione dell’Anzac Day anche questa. Il motivo? Semplice, questo gioco era molto in voga tra i soldati che amavano trascorrere così il loro tempo libero, cercando di non pensare alla guerra che stavano vivendo.

Non manca poi una simpatica e gustosissima tradizione gastronomica: i biscotti dell’Anzac Day. Durante le guerre le donne cercavano un modo per far arrivare dei biscotti al fronte ai propri cari. Bisognava creare dei pasticcini resistenti e quindi è nata questa ricetta composta da fiocchi d’avena, zucchero, cocco, farina, sciroppo, burro, bicarbonato di sodio. Sembra assurdo visto gli ingredienti poveri, ma sono molto saporiti. Provare per credere!