Verona: la città dell’amore, teatro della romantica storia di Romeo e Giulietta, patrimonio dell’umanità… Visitare la famosa città scaligera significa gettarsi in un modo di arte, cultura e storia. In 2000 anni di evoluzione, il continuo crescere di questa città è stato come un moto perpetuo che ha lasciato segni indelebili di rara bellezza. Ad ogni angolo infatti i turisti si imbattono in reperti antichi che raccontano l’intera storia di Verona, affascinando e ammaliando.

Per visitarla al meglio ci sono diverse opzioni: ecco allora 5 itinerari che vi permetteranno di innamorarvi di Verona in ogni suo aspetto.

Alla scoperta di Verona in 5 itinerari

  • Itinerario dell’amore. Questo breve percorso nel cuore di Verona vi porta alla scoperta di tutto quel lato romantico e poetico che la città racchiude e protegge nelle sue vie, come un segreto prezioso: la storia di Romeo e Giulietta. Si parte dalla “Casa Torre”, in Via Cappello, identificata come la casa dei Capuleti. Qui, nella facciata, possiamo ammirare il celebre balcone e, nel cortile lo scultore Nereo Costantini, ha realizzato in bronzo una statua di Giulietta. Da qui ci si sposta in Piazza delle Erbe dove Giulietta era solita passeggiare in compagnia della sua balia. A pochi passi da lì si trova il Volto Barbaro dove, leggenda vuole, ci fu la rissa tra Tebaldo e Mercuzio, amico di Romeo. Proprio lui pare invece che abitasse a Casa Nogarole, sede della famiglia Montecchi. L’itinerario tragico e romantico ci porta poi alla tomba di Giulietta. Siamo fuori dalle mura, in un sotterraneo del chiostro di San Francesco al Corso.
  • Verona…in barca: un itinerario diverso proposto proprio dal Comune di Verona è quello in barca! La corrente dell’Adige infatti vi porterà alla scoperta di questa città in modo insolito, ma molto affascinante. Da qui, cullati dal fiume, si può ammirare in primis la Torre Scaligera della Catena che ci introduce nella città vecchia. Il viaggio poi prosegue e ci porta verso il Pone Scaligero e Castelvecchio fino all’Arco dei Gavi  e di Palazzo Canossa fino al centro romano di Verona. Da qui il tuffo nella storia di questa città è sempre più profondo: il fiume svolta e ci porta ad ammirare S.Giorgio in Braida, la basilica di S.Stefano, il colle di San Pietro e il suo Ponte di Pietra. Vista da un’imbarcazione Verona cambia completamente volto e, anche per chi c’è già stato, questo itinerario potrebbe essere un ottimo modo per riscoprire le bellezze di questa città.
  • La strada del vino: Con questo nome si intende l’itinerario riconosciuto ufficialmente come “La Strada del Vino Soave”. Questa zona è una delle più interessanti a pochi passi dal centro di Verona. Il percorso è lungo circa 50 chilometri e si distende tra vigneti, castelli, colline e paesaggi mozzafiati che si susseguono per tutti i 13 comuni attraversati. Qui, entrando nelle cantine, potrete assaggiare tantissimi vini diversi, ma anche tanti prodotti tipici come il marrone di San Mauro, il formaggio Monte Veronese o le ciliege delle Colline Veronesi. Un viaggio tra sapore e tradizione. Se questo non vi basta sappiate che proprio in questa zona c’è il vigneto più grande d’Europa con 6600 ettari di terreno. Tornando invece a Verona, dopo questo tour, potrete scegliere uno dei tanti ristoranti tipici e assaggiare i nadalin, o la pastisada de caval!
  • Verona antica: per un tour all’insegna della storia che vi farà conoscere al meglio questa città, bisogna partire dal Ponte Pietra da cui si può ammirare il Monte Gallo, un tempo sede del teatro per gli antichi romani. Altro luogo di grande interesse storico è la Chiesa di San Giovanni in Valle: si tratta di un esempio di architettura romanica al cui interno troviamo due sarcofagi in una cripta estremamente suggestiva. Importantissima è anche la chiesa di Santa Maria in Organo le cui linee architettoniche sono state definite da Vasari come le più belle d’Italia. Immancabile poi una visita alla splendida Arena di Verona. Sede di concerti di portata internazionale è uno spaccato di storia antica che emoziona ogni visitatore. Dire “storia” a Verona non vuol dire però ammirare unicamente chiese, ville o musei: qui anche la natura racconta di sè. Il Giardino Giusti, con i suoi alberi centenari ne è un esempio.
  • Verona…in verde: un modo alternativo per scoprire Verona è quello di “passeggiare” tra i suoi giardini e parchi a cominciare dal Parco delle Mura. Se la cinta muraria un tempo aveva uno scopo prettamente difensivo, oggi è diventata una zona verde piena di giardini che costituiscono il polmone verde di Verona. Un’altra area verde imperdibile è quella che sorge a ridosso di Castelvecchio con la vasca dell’Arsenale: perfetta durante l’estate per via dei suoi enormi alberi, questa zona verde è un punto di relax dopo un tour nel centro storico. Confinante con Piazza Erbe e Piazza Signori sorgono i Giardini Piazza Indipendenza. Realizzato a fine Ottocento, costituito da grandissimi alberi e piante è molto apprezzato dai turisti che rimangono a bocca aperta davanti agli esemplari di Gingko Biloba.