Che Sestriere sia nata per lo sci che è questo sia la vita è innegabile, in effetti è la stazione sciistica che ha ospitato il maggior numero di gare a livello internazionale, ed ogni anno il calendario è sempre più fitto di eventi favorito anche dall’essere sempre stata dotata di impianti all’avanguardia, già nel 1930 poteva vantarsi di una modernissima funivia, l’Alpette-Sises, progettata dall’ ingegnere Vittorio Bonadè Bottino su commissione di Giovanni Agnelli. Dall’alto dei suoi 2.035 metri il comune di Sestriere è senza ombra di dubbio uno dei principali centri sciistici italiani, oltre ad essere il più alto comune italiano, che conta su 884 abitanti.

A disposizione dei turisti ci sono 400 chilometri di piste, tutte ad altissimo livello tecnico come le famosissime Kandahar, Banchetta, Nasi. Tutti gli impianti di risalita sono dotati di sistemi all’avanguardia, molti dei quali sono accessibili anche agli sportivi disabili, ed ogni pista è fornita di innevamento programmato, dunque, se non c’è neve si scia ugualmente.

Per chi ama lo sci di fondo, in localtà Monterotta vi sono circa 10 chilometri di piste, con la possibilità di fare lunghe passeggiate con le ciaspole. C’è anche lo stadio comunale del ghiaggio, “Giovanni Nasi”, in piazzale Kandahar, e un centro per escursioni su slitta trainata dai cani, posto nell’area adiacente alla partenza della telecabina Fraiteve.

Il comprensorio della ViaLattea offre oltre 214 piste (54 blu, 118 rosse e 42 nere), per 400 chilometri di piste e 89 impianti di risalita. La pista più conosciuta e la Kandahar Slalom Giovanni Alberto Agnelli, la più adatta ai grandi campioni, nel 1994 era stato installato un potente impianto di illuminazione per ospitare la prima gara di Coppa del Mondo in notturna, da allora tutte le gare di slalom si svolgono sotto i riflettori.

La Pista Sises è dedicata a Gianni Agnelli e ospita le gare di slalom gigante, a partenza si raggiunge tramite la seggiovia Cit Roc e lo skilift Sises. Il tratto iniziale è molto impegnativo, con una pendenza di oltre il 50 per cento, che conduce poi ad un pendio pianeggiante in prossimità dell’ Alpette.

Pista Kandahar Banchetta Giovanni Nasi. La partenza si colloca in cima al Monte Motta, a quota 2.800 metri, è il più alto della Via Lattea. Il tratto iniziale è riservato solo a sciatori molto esperti (pendenza quasi del 60 per cento), per gli sciatori alle prime armi meglio la pista dallo sgancio della seggiovia Chisonetto-Banchetta.

Per chi vuole imparare a sciare a Sestriere ecco le scuole:
- Scuola di sci Sestriere: p.le Kandahar 3/a
- Sci Olimpionica: via Pinerolo 17
- Scuola Sci Extreme: via Pinerolo 10/b
- Scuola Nazionale Sci Sestriere: vicino alle piste

Ed ecco i rifugi.
- Alpette: (si arriva tramite la seggiovia Garnel) tel. 01227555505
- Bar Valuncrò: via del Colle 64 tel. 012270286
- Chisonetto: La Plà Banchetta tel. 012276094
- Il Ritrovo: p.le Kandahar 3 tel. 012277488
- La Gargote: via Sauze di Cesana 1 tel. 0122755057
- Lou Brachettes: (si arriva tramite la seggiovia Banchetta) tel. 012277598
- Raggio di Sole: (si arriva tramite la funivia Pat Mouche), loc. Anfiteatro tel. 012276982
- Tana della Volpe: località Monte Banchetta tel. 335362054

Ed essendo Natale, anche Sestriere ha il suo bel mercatino che apre il 26 dicembre finoall’8 gennaio, un appuntamento imperdibile per chi ama la magica atmosfera che si respira passeggiando tra le bancarelle natalizie. I mercatini verranno allestiti in Via Louset .