L’Andalusia è una delle diciassette comunità autonome della Spagna ed è composta da ben otto province: Almería, Cadice,Cordova, Granada, Huelva, Jaén, Málaga e Siviglia. Si tratta della più popolosa comunità autonoma della Spagna situata nel sud-ovest dell’Europa e delimitata a ovest dalla Repubblica del Portogallo a sud dall’Oceano Atlantico, dal Mar Mediterraneo, a nord dall’Estremadura e dalla Castiglia-La Mancia e a est dalla Comunità Autonoma di Murcia.

Cosa vedere in Andalusia

In Andalusia si trova molta architettura moresca, in quanto la comunità fu l’ultimo caposaldo dei Mori prima si essere espulsi dall’Europa nel 1492. Granada, Siviglia, Cordova e Malaga rappresentano le quattro città di maggior interesse turistico, grazie soprattutto alle loro famose e straordinarie opere architettoniche, mentre altre località che meritano certamente l’attenzione del turista sono Almeria, Ronda, Mijas, Antequera e Marbella. Ecco 5 località imperdibili dell’Andalusia.

  1. L’Alhambra di Granada: si tratta di un complesso palaziale andaluso il cui nome, secondo alcune versioni, veniva dal colore rosato delle mura che circondavano l’Alhambra. L’Alhambra è una vera città murata che occupa la maggior parte del colle della Sabika, mentre per parte sua Granada fruiva di un altro sistema di mura protettive di cinta. Pertanto l’Alhambra poteva funzionare in modo autonomo rispetto a Granada. Nell’Alhambra vi erano tutti i servizi propri necessari agli abitanti che vi vivevano: moschee, scuole, botteghe e altro.
  2. La cattedrale dell’Incarnazione di Málaga: si tratta di uno dei più importanti monumenti rinascimentali dell’Andalusia. Nel 1855 è stata insignita del titolo di basilica minore. Situata in pieno centro storico a breve distanza dal porto e dalla collina di Gibralfaro, la cattedrale si staglia nel panorama cittadino con la sua ampia volumetria. Rimane tuttavia incompiuta per quanto riguarda la torre campanaria meridionale, motivo per cui è affettuosamente soprannominata dagli abitanti La Manquita.
  3. La grande moschea di Cordova: conosciuta oggi come la cattedrale dell’Immacolata Concezione di Maria Santissima in Cordova, è una delle principali espressioni dell’arte arabo-islamica e dell’architettura gotica e rinascimentale dell’Andalusia. È con l’Alhambra di Granada, la Aljafería di Saragozza e la Giralda di Siviglia la più prestigiosa testimonianza della presenza islamica in Spagna dall’VIII secolo al XIII secolo.
  4. Costa del Sol: è una regione costiera spagnola sul Mar Mediterraneo, tra la punta Tarifa e capo di Gata. Corrisponde al litorale della provincia di Málaga ed è una delle zone turistiche più importanti del paese.
  5. Alcázar di Siviglia: si tratta di un palazzo reale situato a Siviglia, in Spagna, originariamente forte dei Mori e ampliato svariate volte. Il palazzo resta uno dei migliori esempi di architettura mudéjar, stile sviluppatosi durante il regno cristiano della Spagna, ma che utilizzò influenze architetturali islamiche.