Il Belgio, una piccola porzione di territorio europeo nascosto tra la Francia e la Germania, su cui si confrontano la cultura fiamminga con quella celtica, che creano un mix particolarissimo di arte e tradizioni.

Il Belgio non ha mai ricevuto la giusta attenzione a livello turistico, quando, in realtà, il paese e le sue città sono molto ricche di arte, storia e architettura.

Anversa è tra le città meno visitate, pur avendo delle grandi potenzialità attrattive. È una città che mescola stili e periodi diversi, il vecchio e il nuovo si arricchiscono l’uno con l’altro, dando vita a paesaggi e scorci molto suggestivi.

Anversa è una città che nasconde dei tesori inestimabili. Qui fu stampato il primo quotidiano della storia, il Nieuwe Tydinghen nel 1606, uno dei primi passi dell’uomo verso l’era moderna, che viene raccontata nelle sale del Dagbladmuseum.

Anversa era parecchio conosciuta nel secolo scorso per essere la capitale del diamante. Da qui transitavano i diamanti provenienti da ogni parte del mondo, lavorati dagli artigiani della città e poi esportati in tutto il mondo. Il Diamantmuseum conserva e custodisce questa antica maestranza.

Ma non solo passato, Anversa ospita anche grandi esempi di architettura moderna, come il Justitiepaleis, costruito nel 2005 dall’architetto Richard Rogers, lo stesso che ha progettato l’edificio della Lloyd’s di Londra e il Centro Pompidou di Parigi.