L’Arcipelago di Capo Verde, a circa 500 chilometri dalle coste del Senegal, è composto da 10 isole di origine vulcanica, che si estendono nella parte più occidentale dell’Africa.

Capo Verde, nonostante sia stata scoperta dal turismo solo negli ultimi anni, sta diventando una delle mete principali per una vacanza all’insegna del mare e della natura, grazie ad un clima mite e costante che si aggira tra i 20 e i 24 gradi per tutto l’anno, con scarse precipitazione se non nelle zono più montuose di ogni isola.

Il punto di approdo è l’Isola di Sal, che ospita l’aeroporto internazionale, ma è una delle isole meno interessanti se si vuole scoprire la vera essenza di questo popolo e le meraviglie naturali del paesaggio, e da qui è meglio spostarsi nelle altre isole dell’arcipelago tramite i voli interni o in barca.

Sicuramente più interessante è l’Isola di Sao Vicente. Il capoluogo, la cittadina di Mindelo, oltre ad offrire una splendida spiaggia, Laginha, è famosa per la sua vita notturna. Le vie e le piazze della città, come Rua de Lisboa e PracaAmilcarCabral, sono frequentate dai giovani dell’isola che si riuniscono qui prima di andare nei locali notturni dove si può ballare la morna, la tipica danza locale, una meraviglia per i sensi e per gli occhi.

Dal porto di Sao Vicente si può raggiungere l’isola di St. Antao. Qui il paesaggio cambia totalmente, quest’isola, ancora lontana dal turismo di massa, è abitata da coltivatori e pescatori. Qui, con l’aiuto di una guida locale, si possono affrontare i sentieri che si inerpicano per le montagne dell’interno e godere dei panorami unici che spaziano sopra le coltivazioni per arrivare a perdersi nell’oceano.