Arquà Petrarca è un’incantevole borgo medievale che sorge alle pendici del Monte Piccolo e del Monte Ventolone, nei Colli Euganei.
Il nome Petrarca è dedicato proprio al famoso poeta che, negli ultimi anni della sua vita, decise di trasferirsi in questo meraviglioso luogo descritto da lui come «Il mio secondo Elicona» (Elicona è il monte della Beozia sacro ad Apollo e simbolo della poesia).
Arquà Petrarca, con i suoi scorci suggestivi ed i suoi meravigliosi panorami, mantiene tutt’oggi il fascino immutato che conquistò il sommo poeta: è infatti considerato la perla dei Colli Euganei ed è inserito nel club dei Borghi più Belli d’Italia.
Lungo le strade che attraversano il paese si possono ammirare case in pietra, vecchi lavatoi tra cui la Fontana del Petrarca, dove il sommo poeta andava ad attingere l’acqua. Poco più avanti si trova la Chiesa arcipetrale di S. Maria Assunta, nel cui sagrato è custodita la tomba di Petrarca. Da visitare anche Palazzo Contarini, in stile gotico-veneziano e le meravigliose Villa Alessi (trecentesca), Villa Rova e Casa Strozzi, divenuta galleria d’arte.
In questo splendido borgo è assolutamente imperdibile la visita alla Casa del Petrarca, circondata da un incantevole giardino e dal panorama che il poeta amava spesso ammirare.

photo credit: netNicholls via photopin cc