Il Galles è un a penisola che si estende nel Mare d’Irlanda, a sud ovest della Gran Bretagna. Una piccola superficie che ospita poco più di 3 milioni di abitanti, la maggior parte concentrati nelle zone del sud e della valle del Glamorgan.

Per scoprire le meraviglie del Galle il modo migliore per spostarsi è a piedi, attraverso i footpath, oppure si può noleggiare un’auto e vagare per le single track roads, strade piuttosto strette che permettono il passaggio di una sola vettura alla volta, anche se è consigliabile portare con sé una cartina ben dettagliata: molto spesso gli incroci non forniscono indicazioni e perdersi è molto facile.Armati di tenda è facilissimo trovare dei luoghi dove potersi fermare. I campsites sono numerosissimi e anche molto belli, pianeggianti e con l’erba verde tipica di questi luoghi. Con circa 10 sterline si può pernottare, oppure, per chi può spendere qualcosa in più, ci sono i camping delle farm che mettono a disposizione qualche comfort in più.

Ci sono dei osti che bisogna assolutamente visitare se si va nel Galles.

Il primo sono le valli del carbone e del ferro, a nord di Cardiff, la capitale. In queste miniere, in cui l’attività estrattiva è stata dismessa poco tempo fa, si può scendere fino a 90 metri sotto terra. Torntai in superficie, con poco più di un’ora di cammino si può raggiungere il Brecon Beacons National Park e visitare la cascata Sgwd-ir-Eira. Per entrare nel parco si può passare dall’accesso situato nel paese di Hay-on-Wye, un piccolo villaggio, chiamato anche la capitale del libro usato, in quanto la sua piccola superficie ospita più di 45 librerie.

Spostandosi verso nord non bisogna perdersi lo spettacolo del Monte Snowdon che si può risalire usando un treno a vapore per arrivare allo Snowdonia National Park. Dalla cima del monte lo spettacolo è mozzafiato, e spazia dalla penisola di Llyˆn all’isola di Angelsey.