Si allarga sempre di più la frangia di italiani che sceglie l’accoppiamento gusto e benessere per le proprie vacanze.

A conferma che i viaggi all’insegna dell’enogastronomia sono in continua crescita basta andare sui siti specializzati e verificare il trend delle prenotazioni.

In questo periodo dell’anno è un vero pullulare di soggiorni in occasione di sagre o di eventi culturali che riguardano le città d’arte. Spesso infatti ad una visita in musei e chiese, si associa la voglia di provare la cucina locale.

Il vero trend della stagione, che segna  un incremento di oltre il 15%, è rappresentato dall’accoppiare gastronomia e  visita ai piccoli borghi soprattutto del cento Italia.

Le regioni più visitate sono certamente la Toscana e  l’Umbria che offrono vere e proprie perle: bellissimi sono infatti i borghi di San Gimignano e Montalcino, ma anche le città come Orvieto e Spoleto.

In questi casi si ricerca prevalentemente la cucina della tradizione, mentre se si vuole sperimentare un po’, ci si rivolge di più verso le grandi città.

Le mete preferite del turismo da gourmet sono le città come Roma, Firenze, Napoli, Palermo, Bologna . In questo caso la cucina regionale si fonde con le innovazioni apportate da grandi chef che vi si sono stabiliti.

Non resta quindi che provare a viaggiare… seduti comodamente a tavola.