Quando si viaggia in aereo la paura è sempre la stessa: quella di non ritrovare i propri bagagli dopo l’atterraggio.

Sono molto frequenti i casi in cui si disperdono valigie e i disagi in ogni occasione in cui ciò avviene sono moltissimi.

Ora esiste un precedente che farà piacere a chi utilizza spesso l’aereo che sia per viaggi di piacere o di lavoro.

Il Giudice di Pace di Giarre ha riconosciuto rimborso e risarcimento dei danni per oltre mille euro a una passeggera che, viaggiando da Kiev a Catania in Alitalia e Air One, aveva subito la perdita del bagaglio.

La sventurata aveva infatti utilizzato un volo Alitalia da Kiev Borispol a Roma Fiumicino e in seguito era partita con un volo della compagnia Air One da Roma a Catania.

E proprio a Catania è giunta la brutta sorpresa: bagaglio smarrito. La donna ha dunque chiesto il risarcimento dei danni tramite Confconsumatori.

Il giudice ha riconosciuto il diritto della passeggera a ottenere il rimborso delle spese sostenute – 157,90 euro documentate dagli scontrini – più 300 euro per gli oggetti in valigia e 600 euro a titolo di danno non patrimoniale, per il disagio e lo stress subiti anche a titolo di vacanza rovinata.

In giudizio, le compagnie avevano offerto a titolo transattivo una somma di 800 euro che la passeggera non ha ritenuto sufficiente, somma che infatti è stata aumentata dalla sentenza.