Sono arrivate anche quest’anno le Bandiere Blu, i riconoscimenti internazionali che vengono assegnati ogni anno dalla FEE (Foundation for Environment Education), alle spiagge che rispettano di più gli standard ambientali ed ecologici.

Le Bandiere vengono assegnate in base alla pulizia delle acque, l’accessibilità e i servizi delle spiagge e le attività programmate dal territorio per la difesa e l’educazione ambientale.

Anche quest’anno l’Italia, fortunatamente, ha riscosso un grande successo, con la regione Liguria che rimane sempre in testa alla classifica per numero di spiagge meritevoli della Bandiera Blu.

In totale sono state 246 le spiagge che in Italia hanno ottenuto il riconoscimento, 13 in più rispetto all’estate del 2011. Dalla lista dello scorso anno sono state eliminate Rimini (Emilia Romagna) e Fiumefreddo (Sicilia), che però sono state abbondantemente sostituite da altre sette:  Monopoli in Puglia, Melissa in Calabria, Anacapri in Campania, Petacciato in Molise, Palau in Sardegna, Ventotene nel Lazio e Sanremo in Liguria.

Pur rimanendo fermo il primato ligure (21 bandiere) sorprendono le prestazioni di regioni come le Marche e la Toscana che si aggiudicano 16 bandiere, immediatamente seguite dall’Abruzzo con 13 spiagge premiate.

Si tratta di un importante traguardo per l’Italia che ha nel turismo marittimo una delle colonne portanti di tutta l’economia.