Un risparmio, oltretutto all’ insegna della tutela ambientale, ci viene offerto dall’iniziativa di qualche centinaio di bed & breakfast diffusi su tutto il territorio nazionale, che barattano una stanza all’interno della propria struttura di accoglienza turistica, con oggetti di arredo ancora in buono stato oppure servizi con cui il cliente può ricambiare.

Questo singolare metodo di pagamento, che con la recente recessione economica mondiale ha trovato larga eco anche in punti vendita specializzati nell’usato, è stato adottato dalle piccole società alberghiere che quest’anno propongono la settimana del baratto per i giorni che vanno dal 14 al 20 del mese corrente.

Pare che questa iniziativa possa essere mantenuta per tutto l’anno da alcuni B&B, dove il turista, che aveva dovuto rinunciare alle vacanze o a un solo week end per contingenze legate alla crisi, può trovare invece la soluzione ideale sia per viaggiare, sia magari per evitare di mandare al macero tavolini, letti o armadi che non poteva più tenere.

I servizi che si posso offrire come compenso, possono riguardare tanto lavori di bricolage e manutenzione da effettuarsi all’interno della struttura turistica, quanto scaturire dalle proprie competenze professionali, come ad esempio la costruzione di un sito internet o l’elaborazione di un progetto grafico che possa fungere da brochure pubblicitaria per la piccola azienda.