Giorgio De Chirico è uno dei pittori più importanti del XX secolo. A lui si deve l’invenzione della Pittura Metafisica, un suo modo di dipingere personalissimo e originale che ha influenzato molta dell’arte dopo di lui.

Per rendere omaggio a questo grande pittore la Fondazione Credito Bergamasco ha deciso di aprire una mostra a lui dedicata che sarà visibile dal 29 settembre al 14 ottobre.

La mostra si chiama proprio Omaggio a De Chirico e si compone di undici tra le più belle opere del pittore che sono conservate all’interno di collezioni private e quindi difficilemnbte visibili in altre occasioni. Le opere presentate sono state prodotte tra il 1923 e il 1969, il momento in cui De Chirico ha raggiunto le più altre vette delle sue potenzialità espressive.

La fase pittorica che sarà esposta in Omaggio a De Chirico rappresenta quella che si pone tra la fase che è stata comunemente chiamata del ritorno all’ordine e quella successiva della neo-metafisica. Tra gli undici dipinti esposti ci sono Busto di donna in verde, Autoritratti e Conversazione (Archéologues).

Tutti i visitatori della mostra potranno usufruire delle visite guidate messe a disposizione dalla Fondazione del Credito Bergamasco gratuitamente (così com’è gratuito anche l’ingresso alla mostra) e la domenica è possibile anche effettuare delle visite al Palazzo Storico di Bergamo che ospita la mostra.