Complici le belle giornate di cui stiamo ancora godendo in questo fine agosto, potrebbe venirci voglia di andare a fare un giro in barca con gli amici. Che siate voi i proprietari del mezzo o chi è con voi, dovete assicurarvi di essere in grado di leggere e capire il bollettino mare, in quanto si tratta dell’unica fonte attendibile una volta in mare per capire le situazioni meteo in arrivo e le previsioni per le ore successive. Generalmente il bollettino mare non è difficile da leggere, ma è utile fare un “ripasso” di tutto ciò che è importante una volta che siete in mare aperto.

Bollettino mare, come leggerlo e cosa sapere

Il bollettino mare viene trasmesso ogni 6 ore e viene annunciato con una chiamata sul canale 16 della radio che la trasmette, seguita poi dal nome della città di provenienza e dal canale sul quale verrà poi letto. A quel punto, chi è al comando della nave o della barca,  dovrebbe passare sul canale indicato.

Nella prima parte del bollettino mare vengono elencate le coordinate generiche tipo data ed ora, poi si passa agli avvisi veri e propri. Qui vengono elencati eventuali temporali o condizioni meteo avverse con anche tutti i dati per sapere lo stato, il luogo, la direzione e l’intensità. Se non ce ne sono si legge, o si sente la parola NIL. Dopo viene elencata una visione d’insieme delle condizioni meteo per capire quali sono i fronti caldi e freddi che vi stanno intorno e la pressione in generale sul Mar Mediterraneo.

Dopo questa visione generale, si passano in rassegna tutte le varie aree del Mediterraneo descrivendo: stato del cielo, visibilità, stato del mare e tendenza meteo nelle successive 12 ore. Tutti questi dati permettono così a chi è in mare di avere una prospettiva meteo delle ore successive e della giornata al fine di poter organizzare al meglio l’uscita in barca. Qualora lo vogliate, il bollettino mare si può trovare nella sua forma più aggiornata nella Capitaneria di Porto di riferimento, potrete farne una copia e portare con voi la versione cartacea durante la vostra gita. Il bollettino mare non deve essere sottovalutato, perchè una volta che ci si trova in mare aperto è importante avere sempre la situazione sotto controllo per non trasformare una gita in una brutta avventura da dimenticare.