Un riconoscimento per le donne che, tramite la tecnologia, hanno rivoluzionato le aziende, le comunità e interi settori economici in cui operano. Questo è il Technology Playmaker Awards ideato da Booking.com che comprende 10 categorie diverse nel mondo della tecnologia. Dallo spirito imprenditoriale, all’innovazione, passando per la capacità di leadership, ogni donna potrà candidarsi, o essere candidata da colleghi e amici, sul sito www.techplaymakerawards.com.

Il primo premio sarà del valore di 10mila euro e andrà alla donna considerata dalla giuria come quella che ha avuto il maggior impatto nel mondo della tecnologia in Europa. A scegliere la vincitrice troviamo come presidente di giuria Gillian Tans (CEO di Booking.com),  Marili ’t Hooft-Bolle, COO (Chief Operational Officer) di WeTransfer; ‎Ruth Chandler, CPO (Chief People Officer) di Skyscanner; Jon Reynolds, CEO e co-fondatore di SwiftKey, Lisa Hillier, Chief People Officer di Just Eat e Maija Palmer, Digital and Communities Editor del Financial Times.

La cerimonia di presentazione si terrà l’8 marzo 2018 alla Sackler Hall al Museum Of London e alla premiazione parteciperà anche Randi Zuckerberg, ‎fondatrice e CEO della Zuckerberg Media ed ex direttrice del dipartimento di Market Development di Facebook,  che farà un discorso introduttivo importante sulla sua esperienza personale in Facebook.

Ma come mai è nata l’idea di questo premio “rosa”? Secondo un recente studio della Commissione Europea, una presenza femminile più massiccia nel settore della tecnologia potrebbe aiutare a far crescere il PIL europeo di 9 miliardi l’anno anche se, oggi, le donne sono solo il 30% degli impiegati nel settore del digitale. Una minoranza e una disparità che costituisce un problema generalizzato in tutto il mondo, non solo in Europa. Un posto diverso in questa classifica lo hanno invece le start up dove il “gentil sesso” invece la fa da padrone. Ecco perchè Booking.com si propone di dare un supporto e un riconoscimento in più al panorama della tecnologia in Europa mosso e sollecitato da donne che ogni giorno contribuiscono alla sua innovazione. 

Gillian Tans, CEO di Booking.com e Presidente della giuria ufficiale dei Technology Playmaker Awards ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi del lancio di questi awards, perché ci teniamo a mettere in risalto il valore delle donne. La diversità di ogni tipo è stata sempre uno dei valori più radicati nella cultura aziendale di Booking.com, sin dai suoi primi passi 20 anni fa, e oggi oltre la metà dei dipendenti sono donne. E per noi è sempre stato di fondamentale importanza preservare la nostra posizione come una delle aziende tecnologiche al mondo con la maggiore diversificazione e il migliore equilibrio tra i generi”.