Capoluogo del dipartimento della Gironda e della regione dell’Aquitania, Bordeaux è una delle città più incantevoli della Francia, L’area metropolitana, che comprende anche Libourne e Arcachon, è la quarta più popolosa del paese e conta oltre 1 milione di abitanti. La città, attraversata dalla Garonna, fa parte della Guascogna ed è nota in tutto il mondo per l’omonimo vino rosso Bordeaux.

Il nome della metropoli francese deriva dall’antica città romana di Burdigala, termine che secondo alcune ricostruzioni potrebbe significare “fonte del ferro”, indicando un luogo in cui si sarebbero forgiate armi, utensili o altri oggetti d’uso quotidiano. Conosciuta in tutto il mondo per il suo eccellente vino e per le sue meraviglie architettoniche, Bordeaux è entrata a far parte dell’elenco del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO del 2007, in particolare grazie al centro storico della città.

Cosa vedere a Bordeaux

Tra le tante zone di interesse culturale e artistico, Bordeaux vanta numerosissime chiese e cattedrali degne di essere visitate almeno una volta durante un viaggio in Francia. Prima tra tutte è la Cattedrale di Sant’Andrea, consacrata da papa Urbano II nel 1096. Altri importanti edifici religiosi di Bordeaux sono la Chiesa di Santa Croce, antica chiesa abbaziale del XII secolo-XIII secolo, la Basilica di Saint-Seurin, antica chiesa fondata nel VI secolo, quella di San Michele, costruita in stile gotico a partire dalla fine del XIV secolo e completata nel XVI secolo, la Chiesa di Saint-Bruno, costruita in stile barocco per i Certosini a partire del 1611, la Chiesa di Saint-Paul-Saint-François-Xavier, e quella di Notre Dame, costruita in stile barocco per i domenicani tra il 1684 e il 1707, su progetto dell’architetto Pierre Duplessy-Michel.

Tra i complessi architettonici non religiosi, invece, spiccano il Palazzo Rohan, costruito come residenza per l’arcivescovo di Bordeaux Ferdinand Maximilien Mériadec de Rohan tra il1771 e il 1784 ad opera degli architetti Joseph Étienne e in seguito Richard Bonfin che fu anche residenza di Napoleone I e dal 1835 è sede del municipio, il Gran Teatro, teatro all’italiana, capolavoro di stile neoclassico edificato su piazza della Commedia, il Ponte di Pietra, che collega la riva destra cittadina con il quartiere della Bastide, il Ponte Jacques-Chaban-Delmas, moderna e scenografica struttura sulla Garonna, i resti di un anfiteatro romano, noto come “Palazzo di Gallieno“, la Porta Cailhau, antica porta cittadina delle mura medioevali, e Place de la Bourse, realizzata dall’architetto reale Ange-Jacques Gabriel tra il 1730 e il 1775 aprendo una breccia nelle mura medioevali per fare da sontuoso sfondo alla statua del re Luigi XV, poi distrutta in occasione della Rivoluzione francese.

Importanti, però, sono anche i musei della città. Tra tutti spicca il Museo di Belle Arti che espone opere del Perugino, di Tiziano, Paolo Veronese, Pietro da Cortona, Van Dyck, Rubens, Jordaens, Frans Hals, Claude Lorrain, Chardin,Delacroix, Corot, Redon, Seurat, Renoir, Toulouse-Lautrec, Matisse, Braque e Picasso. Da segnalare, poi, sono anche il Museo di Aquitania che espone oggetti ed opere d’arte legate alla storia di Bordeaux e della sua regione dalla Preistoria all’epoca moderna, il Museo delle Arte Decorative, il CAPC, Musée d’art contemporain e il Museo di storia naturale.