Bretagna e Normandia: due località magiche nel nord-ovest della Francia caratterizzate da paesaggi a picco sul mare. Scogliere, natura selvaggia, coste frastagliate sferzate dal vento e punteggiate da improvvisi piccoli villaggi di pescatori, cattedrali gotiche e fari che come cavalieri solitari proteggono l’area. Un itinerario tra Bretagna e Normandia è soprendente: vi porterà in un’atmosfera magica fatta di leggende e castelli risalenti all’epoca celtica. Attraverserete città come Rouen, Le Havre e i dipartimenti bretoni di Côtes-d’Armor, Ille-et-Vilaine, Morbihan, il tutto per un viaggio indimenticabile. Ecco l’itinerario ideale per non perdervi nulla.

Itinerario dalla Bretagna alla Normandia: cosa vedere

  • La prima tappa di questo itinerario è in Bretagna a Pont-Avent. Considerato uno dei villagggi più affascinanti della Bretagna, in passato era un luogo di rifugio per artisti e letterati in fuga da Parigi, come Gauguin. L’aria che si respira qui è magica. Spostandosi verso nord si arriva a Quimper, capoluogo della regione di “Finistere” la cosiddetta fine del mondo, e punto di riferimento per la cultura celtica. Proseguendo verso il mare, nell’estremità occidentale della Cornovaglia potrete ammirare poi la riserva naturale di Cap Sizun e Pointe du Raz dove lo spettacolo naturale è emozionante.
  • Spostandosi da qui e proseguendo lungo la costa si arriva alla Penisola di Crozon uno stretto e affascinante lembo di terra che mantiene intatto il fascino antico della Bretagna dove ammirare il mare da scogliere a strapiombo sull’Oceano, bianchissime e mozzafiato. Proseguendo lungamente sulla costa si arriva fino alla forsta di Paimpont, per rimanere in tema di magia: qui infatti tutta la zona è famosa per le leggende su Mago Merlino, Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda.
  • Da qui scendiamo e ci avviciniamo alla Normandia, ma non prima di aver visitato il dipartimento di Ille-Et-Vilaine. Prima visita alla città fortezza di Saint-Malo: una volta dentro vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo con uno spettacolo architettonico mozzafiato. Si prosegue verso quella che è definita la Nizza del Nord, Dinard e poi per tuffarsi nella campagna della Bretagna fermatevi a Combourg con il suo castello fortezza. Successivamente passate a Vitre e infine arrivate alla bellissima Rennes, capoluogo della Bretagna e città affascinante e di una bellezza antica e sorprendente.
  • Entriamo poi ufficialmente in Normandia e il primo luogo da visitare senza dubbio e Mont St-Michel. Patrimonio Unesco raggiungibile solo in determinati momenti della giornata per via delle maree: qui, leggenda vuole, che si apparso l’arcangelo Gabriele al vescovo di Avranches.
  • Da qui, per tuffarsi nella natura ci sono due parchi: il Parc Naturel Régional Normandie-Maine con la sua foresta di Andaines e il Parc Naturel Régional du Peche dove potrete “perdervi” per oltre 1000 chilometri di sentieri da fare a piedi o in bici a seconda della vostra preferenza. Dalla natura alla storia risaliamo verso la costa, precisamente nella Cote de Nacre dove potrete ammirare la famosa spiaggia del D-Day, un tratto di costa che riporta ancora ben visibili i segni della battaglia del 1944 con la famigerata operazione Overload.
  • Da qui l’itinerario alla scoperta di Bretagna e Normandia termina a Rouen, perla di rara bellezza, con la cattedrale di Notre Dame, diverse strutture architettoniche gotiche come la chiesa di Saint-Maclou o il Palais de Justice. Non potete poi non fare una foto al Gros Horologe, il monumento locale più fotografato in assoluto e passeggiare tra le vie del centro storico della città dove rilassarvi e godervi uno spettacolo senza tempo di bellezza naturale, storica e culturale perfettamente intrecciato.