Bruges è la città più amata dai turisti che visitano il Belgio perché, come l’olandese Amsterdam, si usa andare in bicicletta e perciò il suo centro urbano non è asfissiato dalla frenesia, dallo smog e dal rumore delle automobili, ed anche perchè il suo centro storico è un vero gioiello, che, infatti, gode della tutela dell’Unesco.

Da poco poi, la città di Bruges, è stata l’ambientazione di un film noir di discreto successo In Bruges. La coscienza dell’assassino, forse anche per il fatto che il suo spazio urbano non è invaso dalla foresta di antenne paraboliche che generalmente sono presenti in maniera massiva sui tetti degli edifici di tutte le altre città europee, ed in questo, è già predisposta ad una politica che intende promuovere ancora di più la eco sostenibilità sfruttando l’energia verde e rendendo questo elegantissimo centro belga, estremamente salubre sia per i suoi abitanti che per i visitatori.

La parte medioevale di Bruges, anche detta Brugge in lingua fiamminga, risulta poi come il centro storico meglio mantenuto al mondo, ed è per questo motivo che nell’ anno 2000 l’ Unesco ha voluto inserire l’Uovo (come è stata appellata la zona antica della città, avendone la forma) nel patrimonio storico artistico mondiale da proteggere.

Tutta la città gode di una architettura storica che consta di circa diecimila palazzi nobiliari, le cui facciate contribuiscono a rendere l’aspetto di Bruges straordinario.