Regione particolarmente amata per gli splendidi paesaggi naturali, per le incantevoli spiagge e per la cucina tipica e conosciuta in tutta Italia, la Calabria è ogni anno una delle mete più gettonate per trascorrere le vacanze estive. Bagnata a est dal mar Ionio e ad ovest dal mar Tirreno, la regione costituisce la punta dello “stivale” ed è proprio il mare a costituire la più importante risorsa turistica calabrese è il mare. Con una lunghissima costa affacciata su tre mari, il Tirreno, Ionio e lo Stretto di Messina, la Calabria è caratterizzata da una particolare ricchezza della fauna ittica italiana e da un paesaggio che alterna spiagge e scogliere. Ecco qui di seguito cosa vedere in Calabria durante una vacanza.

Cosa vedere in Calabria

Oltre alle ben conosciute mete turistiche costiere, anche l’entroterra calabrese è ricco di storia, tradizioni, arte e cultura. Tra le città culturali più importanti spicca Cosenza che dal 2008 è stata riconosciuta “città d’arte” dalla Regione Calabria con una delibera volta ad evidenziare il patrimonio storico-artistico della città. Sono proprio straordinarie meraviglie architettoniche come fortezze, chiese e necropoli gli elementi caratterizzanti le aree interne delle intere province di Reggio, Cosenza, Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Anche le montagne, però, costituiscono una notevole fetta dell’attività turistica della regione: il turismo montano si sviluppa soprattutto nella Sila e sull’Aspromonte, entrambi dichiarati Parchi Nazionali, arricchiti di infrastrutture per gli sport invernali, in particolare nei centri di Camigliatello, Lorica e Gambarie.

Tra le tante meraviglie naturali presenti nella regione Calabria noi vogliamo proporvi alcune delle zone più belle di questa splendida parte d’Italia. A partire dal Parco della Sila, per arrivare alla magnifica landa della Tropea, ecco i luoghi più straordinari della Calabria.

Parco nazionale dell’Aspromonte

Situato all’interno della provincia di Reggio Calabria il parco prende il suo nome dal Massiccio dell’Aspromonte, un massiccio montuoso dell’Appennino meridionale, situato in provincia di Reggio Calabria. La flora e la fauna di questa zona sono il biglietto da visita di uno dei parchi più belli d’Italia. Lungo la fascia costiera si insedia la flora tipica della sottozona calda del Lauretum, i cui tipici rappresentanti sono la macchia mediterranea xerofila e, nelle aree coltivate, gli agrumi e l’olivo, mentre lungo le fiumare si insedia la vegetazione riparia, composta dall’ontano nero, dal pioppo nero, da salici, oleandri e Tamerici, le celebri piante citate anche dai più importanti poeti italiani come Giovanni Pascoli, Eugenio Montale e Gabriele D’Annunzio in alcuni dei loro versi più celebri. Per quanto riguarda, invece, la popolazione animale del parco, nella zona è possibile incontrare numerose specie animali come il lupo, il cinghiale, la martora, il ghiro, la faina e la donnola. Inoltre, la Parco nazionale dell’Aspromonte ospita anche molti uccelli rapaci come l’aquila reale, il falco pellegrino e il falco pecchiaiolo.

Parco nazionale della Sila

Terzo per ordine cronologico ad essere stato fondato in Calabria dopo il Parco nazionale del Pollino ed il Parco nazionale dell’Aspromonte, il Parco nazionale della Sila si trova a Lorica, mentre il suo intero perimetro si estende nelle tre delle cinque province calabresi, quelle di Catanzaro, Cosenza e Crotone. All’interno del Parco si trovano 3 dei 6 bacini artificiali presenti sull’altopiano silano e la sua superficie boschiva è costituita principalmente da faggete e pinete del tipico pino silano, il Laricio. Molto ampie sono anche le vallate che si aprono lungo le dorsali del Parco dove vengono praticate la pastorizia e l’agricoltura, legata soprattutto alla coltivazione della patata della Sila. Tra i tanti animali che è possibile incontrare nella Sila ci sono caprioli, cervi, daini, tassi, lontre, lepri, volpi, ricci e lupi.

Tropea

Una delle zone più note della Calabria, dal punto di vista del turismo, è Tropea, un comune di 6mila abitanti, e rappresenta una località turistica famosa soprattutto per le sue acque cristalline. Situata sul mar Tirreno a sud-ovest di Vibo Valentia ed a nord di Capo Vaticano, Tropea è caratterizzata da una morfologia molto particolare che divide in due parti l’intera area: nella parte superiore si svolge la vita quotidiana del paese mentre quella inferiore chiamata, “La marina”, si trova a ridosso del mare e del porto di Tropea. Ricca di spiagge e di baie molto amate e frequentate dai turisti specialmente nella stagione estiva, la zona è anche ricca di storia e cultura: Tropea custodisce un antico monastero di Francescani di notevole importanza e la Cattedrale Normanna del 1100. Di notevole interesse è anche il centro storico, con i palazzi nobiliari del ’700 e dell”800 arroccati sulla rupe a strapiombo con la spiaggia sottostante. Interessanti sono i “portali” dei palazzi che rappresentavano le famiglie nobiliari.