Passare la notte dell’ultimo dell’anno in un Paese esotico come il Giappone, lontano dalle tradizioni di routine occidentali potrebbe veramente essere la scelta più redditizia, dal punto di vista della salute si intende, dell’anno che si appresta a venire. Il Giappone offre infatti una vasta gamma di divertimenti e tradizioni particolari che potremo seguire nella breve vacanza di 9 giorni che vi proporremmo per passare un Capodanno nel Paese del Sol Levante a un prezzo di 1980 euro a persona.

Il primo giorno, che sarà il 27 dicembre, prevede la partenza dall’aeroporto di Roma Leonardo Da vinci per raggiungere Tokyo Narita, i pasti e il pernottamento saranno direttamente a bordo, partendo la sera si arriverà a Tokyo direttamente di sera, non subendo troppo gli effetti del jet-leg.

Il secondo giorno (28 dicembre)si arriva quindi all’aeroporto internazionale di Tokyo Narita dove vi sarà il disbrigo delle pratiche doganali e l’incontro con la guida turistica, essenziale in un Paese che come il Giappone presenta una lingua per noi incomprensibile. Terminate le procedure aeroportuali si arriva in albergo, un tre stelle, dove si pernotterà. Se siete in forze si potrà fare un primo giro libero per Tokyo, magari attorno all’albergo, per iniziare a gustare la città.

Il terzo giorno (29 dicembre), dopo la prima colazione si avrà l’intera giornata a disposizione per visitare la capitale accompagnati dalla guida turistica, rigorosamente in lingua italiana. Verrete accompagnati alla Tokyo Tower con i suoi 333 dalla quale potersi godere il panorama di Tokyo dal suo punto più alto, si visiteranno poi i quartieri caratteristici Harajuku e Omotesando e il Santuario Meiji. Dopo il pranzo in un ristorante tradizionale giapponese si visiterà il Tempio di Asakusa Kannon. Si rientreà poi in Hotel, chi vuole può rimanere fuori per la cena.

Il quarto giorno (30 dicembre) prevede invece, dopo la colazione,  la visita libera di Tokyo, con pasti esclusi. Si potrà così prendere una piantina della città e della metropolitana e avventurarsi nei luoghi che più si conoscono della metropoli. È l’occasione d’oro per gli amanti dei fumetti e dell’artigianato nipponico di trovare qualcosa di veramente unico.

Il quinti giorno (31 dicembre) prevede, dopo la colazione, la partenza in treno per l’antica capitale Kyoto con il superveloce Shinkansen. Una volta arrivati si visiterà il Santuario di Fushimi Inari, il più importante santuario scintoista di Kyoto, famoso per il  film “Memorie di una Geisha” dove è buona tradizione  pregare per il Nuovo Anno. Dopo le visite di rito si può scegliere un posto dove passare la notte di San Silvestro, prendendo atto delle tradizioni locali. Pasti esclusi e pernottamento in hotel 3 stelle.

Il sesto giorno (1 gennaio), dopo la prima colazione è prevista la visita di Kyoto, con guida in lingua italiana. Si visiterà il Padiglione d’Oro del Tempio Ryoanji e del Kiyomizu-dera. Vi sarà poi un pranzo tipico giapponese mentre è prevista la cena libera. Pernottamento in albergo.

Il settimo giorno (2 gennaio) è prevista, dopo la colazione, la visita di Nara, la prima capitale del Giappone imperiale, un luogo di notevole interesse sia storico che artistico dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco (per maggiori informazioni sul Giappone storico cliccate qui). Vi sarà anche, appena scesi dal treno, la visita del tempio Todaiji, del Santuario Kasuga e del parco con i cervi sacri. Pranzo incluso. Cena libera e pernottamento in hotel.

L’ottavo giorno (3 gennaio) prevede invece l’intera giornata libera per visitare il resto di Kyoto, naturalmente dopo la colazione. I pasti sono esclusi. Pernottamento in hotel.

Il nono giorno (4 gennaio) dopo la colazione è previsto il trasferimento all’Aeroporto Internazionale del Kansai ad Osaka (per maggiori informazioni su Osaka cliccate qui) per tornare a Roma.

A cura di Christian Vannozzi

photo credit: epSos.de via photopin cc