Carnevale, la festa più matta e colorata di tutto l’anno che, originariamente, nasce per dare la possibilità alle persone di sfogarsi e divertirsi prima dell’inizio della Quaresima pasquale che impone un tipo di condotta molto rigida. Oggi nel mondo ci sono tante feste per festeggiare il Carnevale: in Italia abbiamo Venezia o Ivrea tra le più famose, ma anche nel resto del Pianeta questa festa viene celebrata e onorata in grande stile. Grazie ad una classifica di Booking vediamo quali sono le feste di carnevale più belle e pazze che possiamo trovare nel mondo.

Feste di Carnevale nel mondo: le più strane

  • Binche: siamo in Belgio e qui i festeggiamenti di Carnevale hanno una tradizione centenaria e sono talmente importanti da essere considerati dall’UNESCO Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità. Le strade si riempiono di “Gilles” ossia clown che indossano zoccoli, maschere e sventolano bastoncini anti-malocchio. Ad un certo punto del loro corteo i clown decidono di indossare strani cappelli e iniziare a lanciare arance addosso ai passanti. La festa inizia ufficialmente il 26 febbraio e il momento più intenso si avrà il martedì grasso quindi il 28 febbraio.
  • Basilea: in Svizzera questa festa ha un’importanza incredibile. Se nell’immaginario collettivo gli svizzeri sono precisi e puntuali, durante i 3 giorni di celebrazione del Carnevale tutti si lasciano andare a grandi festeggiamenti. Muscanti travestiti marciano per le strade, carri allegorici, cantanti clown e agricoltori alsaziani. Fate attenzione se incontrate uno di questi agricoltori, loro sono i Waiggs temibili lanciatori di coriandoli. La festa inizia il 6 marzo e termina il giorno 9.
  • Salvador: andiamo letteralmente dall’altra parte del mondo per concederci ben sei giorni di festa con il “Carnaval Baiano”. Qui i festeggiamenti sono incredibili: musica, travestimenti, carri allegorici, maschere tipiche… Ogni anno circa 2milioni di amanti del Carnevale arrivano qui in Brasile per festeggiare al meglio. I festeggiamenti iniziano il 23 febbraio e proseguono fino al 1 marzo.
  • Cusco: siamo in Perù, in una di quelle località storicamente famose per essere stata culla della civiltà Inca. Qui il carnevale è molto sentito e tutti gli abitanti della zona si riversano in centro città con i loro abiti tipici e coloratissimi. Per una settimana i festeggiamenti saranno “no-stop” con tanto di battaglie acquatiche, cibo tradizionali, danze, canti e musica ad ogni angolo. Il momento più importante è quando i partecipanti cercano di buttare già lo “Yunza”, una sorta di gigantesco albero della cuccagna.Le feste iniziano il 24 febbraio e proseguono fino al 1 marzo.
  • Goa: ci trasferiamo in India dove, questa destinazione conosciuta per le sue bellissime spiagge e una spiritualità nelle epoche passate molto forte, durante il Carnevale si trasforma letteralmente. Due sono i festival che animano questo periodo dell’anno dove tradizione e modernità si fondono e danno vita al famoso “Goa Festival”. Pochi giorni dopo si terrà l’Holi Festival, la festa dei colori. Cercate quindi di arrivare il 25 febbraio, per il primo evento e aspettate po il 12 marzo quando si festeggerà l’Holi appunto.