Il Carnevale di Ivrea 2014 presenterà ben 48 carri da getto, 6 in meno rispetto al 2013 che poté contare su ben 54 carri. Fortunatamente fino al 5 febbraio c’è ancora la possibilità di iscriversi, e questo significa che forse il numero dei carri potrebbe aumentare. Quest’anno ci saranno ben tre premi diversi per la sfida dei carri del Carnevale di Ivrea. Uno relativo al design, uno all’allestimento dei cavalli e uno alla combattività dimostrata dai componenti del carro (per maggiori informazioni sul Carnevale di Ivrea cliccate qui).

Figura di spicco del Carnevale di Ivrea è il Generale, quest’anno interpretato da Morris Stracuzzi, 46 anni il prossimo 2 febbraio, agente di commercio per la Castrol, azienda che opera nel settore dei lubrificanti. Assieme alla sua famiglia ha sempre partecipato al Carnevale ricoprendo vari ruoli, da quello di pifferaio a quello di arancere (per info su altri Carnevali in Italia cliccate qui).

Quest’anno avrà la possibilità di ricoprire il ruolo più alto e prestigioso del Carnevale, cioè il ruolo del Generale, personaggio a cui vengono simbolicamente concessa dal sindaco in carica le chiavi della città. Il Generale visiterà le scuole di Ivrea il 27 febbraio e il 28 visiterà le forze armate e le forze di polizia che dimorano nella città. Come si può immaginare a Ivrea il Carnevale è una cosa seria tanto che tutta la città ne prende parte e favorisce i personaggi storici che ricordano le antiche tradizioni della città (per info su altri Carnevali storici cliccate qui).

Un ultima nota non può non riguardare la battaglia delle arance, un’altra prerogativa del luogo in cui si possono distinguere le diverse fazioni, o rioni della città. Chi si distingue come arancere può infatti in futuro divenire Generale, come è appunto accaduto a Morris Stracuzzi. Numerosi giovani cercano quindi di emergere e di portare il loro nome nella storia della città.

photo credit: tristam sparks via photopin cc