Tempo di Carnevale e dovunque ci sono manifestazioni legate a questa tradizione, un periodo di feste e grandi abbuffate prima dell’austerità imposta dalla Quaresima.

I più famosi sono il Carnevale di Rio de Janeiro e quello di Venezia, ma se volessimo farci un bel week-end fuori dall’Italia, senza però arrivare dall’altra parte del mondo, potremmo andare a Nizza.Il Carnevale di Nizza risale al 1294, stando alle testimonianze di Carlo d’Angiò, e veniva festeggiato da grandi eventi danzanti e parate in strada, sulla scia del vicino Carnevale di Venezia, con lancio di coriandoli, all’epoca fatti di gesso, uova e farina.

Un’epocale svolta nel 1873 fu fondato il “Comitato delle Feste” da Andriot Saetone, che diede così l’avvio al Carnevale moderno di Nizza, quello che possiamo vedere ancora adesso, con le sfilate dei carri e le feste in strada.

Il Carnevale nizzardo, per quest’anno, è previsto dal 17 febbraio al 4 marzo, con un programma degno della manifestazione  gemella d’oltreoceano.

Quest’anno il tema sarà lo sport e 20 carri allegorici a tema sfileranno per le vie della città, da Piazza Masséna lungo la Promenade des Anglais, che ospiterà la famosa battaglia dei fiori.

Previsti più di 1000 artisti da ogni parte del mondo, che animeranno le vie della città giorno e notte. Un evento da non perdere a due passi dall’Italia.