Senza correre il rischio di esagerare si può tranquillamente affermare che il Carnevale di Rio è una delle feste più importanti che si celebrano nella città brasiliana, ed è anche uno dei motivi per cui la località è tanto famosa. Capita infatti di pensare, quando si pronuncia la parola Rio, al Carnevale, e soprattutto alle belle donne in perizoma e topless che mostrano tutte le proprie grazie durante questa celebrazione (per info su spettacoli erotici cliccate qui).

Il Carnevale di Rio de Janeiro si celebra 40 giorni prima della Pasqua cristiana ed è un’ultima occasione di sfogo prima della Quaresima. Essendo il Brasile un Paese a maggioranza cattolico il Carnevale è molto sentito e da sfogo a ogni desiderio di stravizio poiché durante la Quaresima che prepara il credente alla Pasqua si limitano molte cose, tra cui appunto i divertimenti sfrenati. Il Carnevale è quindi una festa di addio ai desideri carnali.

Le origini dei festeggiamenti, ufficialmente riconosciuti dal Governo brasiliano, risalgono agli anni ’30 del XIX Secolo, collegandosi alle usanze che i borghesi portarono dall’Europa relativa a balli e feste in maschera. Alle usanze europee si mescolarono però quelle tribali africane e americane, essendo l’origine della popolazione brasiliana per l’appunto africana.

Molto in voga sono i carri allegorici che sfilano intorno alla strada principale di Copacabana (per info su Copacabana cliccate qui), dove le donne, bellissime come in nessuna altra parte del mondo, sfilano con i vestiti tipici delle civiltà precolombiane, alcune interamente nude e coperte solo da monili. Uno spettacolo senza dubbio affascinante per i maschi ma anche per le donne che possono rifarsi gli occhi con gli affascinanti ballerini acrobati dell’arte marziale capoeira (per maggiori info sul folclore brasiliano cliccate qui).

photo credit: sfmission.com via photopin cc