Occhi aperti al ritorno dalle vacanze estive perché questi nuovi climi tropicali che vedono l’alternarsi di caldi torridi e violente piogge, possono provocare spiacevoli sorprese al rientro dalle ferie.

Gli sbalzi climatici caratterizzano ormai le nostre stagioni estive anche nel mese di agosto quando la maggior parte degli italiani si toglie i panni del lavoratore per mettersi quello del vacanziero.

Il periodo che va da fine agosto a fine settembre, negli ultimi anni, si e’ rilevato molto piovoso ma naturalmente il rischio aumenta con l’approssimarsi della stagione autunnale.

Per correre ai ripari e non trovarsi la casa allagata al rientro ci sono alcune accortezze da tenere a mente: dall’installazione di un parafulmine al controllo dei collegamenti elettrici che correttamente dovrebbero essere messi a terra e protetti dalla sovratensione.

C’è chi addirittura pensa direttamente all’assicurazione per evitare cifre enormi da dover fronteggiare in caso di allagamenti o altri eventi provocati da fenomeni atmosferici che spesso generano ingenti danni agli appartamenti. Assicurare casa è sicuramente uno strumento utilissimo per tutelarsi.

Un numero sempre maggiore di famiglie sceglie di stipulare una polizza assicurativa sulla casa, che copra da quasi tutte le brutte evenienze verificabili, come appunto i danni derivati da eventi atmosferici, quali: grandine, trombe d’aria, forti piogge, fulmini e neve.