Si chiama Airbnb, è stato lanciato online nel 2007 da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk, tre studenti di San Francisco, ed è un portale online che permette di trovare un alloggio per una notte, una vacanza o un viaggio in poche semplici mosse.

Quella di cui vi stiamo parlando è una vera e propria community che mette in contatto diretto tutti coloro che sono alla ricerca di un alloggio con gli utenti privati disposti ad affittare i propri appartamenti, case, castelli, ville, barche, baite, case sugli alberi, igloo, isole private e qualsiasi altro tipo di edificio immaginabile.

Airbnb mette in contatto le persone con autentiche esperienze di viaggio a qualsiasi prezzo in 34.000 città e 192 Paesi, avendo recentemente incrementato il numero delle mete raggiungibili rispetto a giugno 2012 (l’anno scorso si contavano circa 26.000 città).

Gli annunci su Airbnb vanno da $10 a notte per un materassino a Brooklyn fino a $5.000 a notte per un castello in Toscana. Il sito addebita a chi viaggia un costo di gestione tra il 6% e il 12% in base al totale della prenotazione.

Se state per organizzare una bella trasferta, un viaggio o anche solo una notte per una gita fuori porta, fate un giro su Airbnb e scoprite tutte le offerte che questa rivoluzionaria community mette a vostra disposizione.