Conosciuta e splendida città situata nella provincia di Ravenna, Cervia è diventata famosa in tutta Italia per la sua storia legata alla produzione del sale: le saline erano probabilmente già in funzione in periodo etrusco e sviluppate in periodo romano. Il Comune di Cervia è situato in una parte meravigliosa della costa Adriatica a 20 km a sud di Ravenna ed è celebre specialmente per le sue località di Milano Marittima, Pinarella e Tagliata che la rendono oggi uno dei più rinomati centri turistici italiani che gode di fama internazionale e conta ogni anno milioni di turisti italiani e stranieri. La città è situata su un territorio ricco di bellezze naturali, tradizioni, cultura, storia e di luoghi ospitali capace di offrire una vacanza all’insegna del benessere e del relax.

Cosa vedere a Cervia

Una delle mete più famose di Cervia è il Palazzo Comunale all’interno del quale si trova una mostra permanente di opere di Maceo Casadei. La città di Cervia ha numerose chiese anche se in un territorio limitato, ognuna con un’identità storica, artistica e di tradizione. Queste chiese non sono solo edifici, ma anche centri di comunità parrocchiali che diedero luogo in passato a forme di solidarietà e di difesa di valori irrinunciabili per l’uomo di ogni tempo. Tra le più famose sono da ricordare la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, il Santuario della Madonna del Pino, la Chiesa della Madonna della Neve e quella di Santa Maria Assunta, la Chiesa di Santa Maria del Suffragio, la Chiesa di San Severo Vescovo, quella di Sant’Andrea Apostolo a Villa Inferno, la Chiesa di Sant’Antonio Abate a Castiglione di Cervia, la Chiesa di San Giorgio a Montaletto e tante altre.

La storia di Cervia, però, è come detto in precedenza fortemente collegata alla produzione del sale. La Riserva naturale Salina di Cervia è la testimonianza del legame della città alle sue Saline: all’interno del Parco si trova lo stabilimento di produzione del sale a raccolta industriale e l’antica Salina Camillone dove si continua a raccogliere il sale artigianalmente con il “metodo cervese”.