Copenaghen, capitale e città più popolata della Danimarca, come tutte le città del nord Europa è piuttosto cara, ma prenotando in anticipo sia volo che albergo, si può passare un bel week end contenendo le spese. L’aeroporto della città, il Kastrup, è l’unico della città e dista meno di 10 chilometri dal centro della città, che è facilmente raggiungibile in treno direttamente dalla vicina stazione dei treni, destinazione Copenaghen Central Station. Il Kastrup, noto come aeroporto di Copenaghen, ha vinto quattro volte il premio come “miglior aeroporto d’Europa”, e due volte come “miglior aeroporto del mondo”.

Il centro storico della città si estende su un’aerea che copre 5 chilometri quadrati e al suo interno sono concentrate la maggior parte di ciò che si può vedere in questa città. Piccolo e concentrato, il centro storico può essere girato a piedi, o, come la maggior parte degli abitanti, con la bicicletta, facile da trovare a noleggio.

Tra i musei da visitare in questa città, molto interessanti sono Nationalmuseet, che ripercorre tutta la storia della Danimarca fino al 1800 e lo Statens Museum for Kunst, la galleria nazionale di Danimarca che ospita opere di pittori europei dal X secolo fino all’età moderna. Interessante anche il museo Thorvaldsens, dono dell’artista danese alla sua città che ospita molte delle sue opere.

Da non perdere Christiania, una enorme zona, che in origine era una base militare, che dal 1971 è sede di una comunità libera, con abitazioni, bar, ristoranti, e anche banche che vendono sostanza stupefacenti.

Copenaghen è una città, come molte delle altre del Nord Europa, che sono un esempio di pulizia, ordine e civiltà. È cara, ma vale la pena di essere vissuta per qualche giorno anche per capire come un popolo ingegnoso abbia reso interessante una città che, di suo, non aveva grandi attrattive turistiche.