Ogni mese dell’anno è quello giusto per regalarsi un weekend sulle rive del Lago di Garda. Con la sua superficie di 370 chilometri quadrati è il più grande d’Italia e si accoccola tra tre regioni: Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige. Ogni anno milioni di persone scelgono questo luogo come meta per le loro vacanze e non è difficile capire il motivo: natura incontaminata, flora e fauna incredibile, quiete e una varietà di piatti e cibi tipici da lasciare senza parole. Ecco allora cinque itinerari per visitare e conoscere al meglio il Lago di Garda.

Cinque itinerari tra cibo, natura e benessere

  1. Wellness: cominciamo subito con il relax. Quella quiete unica che sono una zona di montagna con il suo splendido lago, il Lago di Garda ovviamente, può regalare. Tra le opzioni che la zona offre vi sono le Terme di Sirmione e il Parco Termale del Garda. Le Terme di Sirmione sono tra le realtà italiane più antiche: qui il cuore pulsante è uno e molto semplice: l’acqua termale sulfureo salsobromoiodica. Essa sgorga spontaneamente dalle profondità del Lago di Garda e ha ovviamente enormi proprietà terapeutiche. Il Parco Termale del Garda invece si estende nei pressi di Colà di Lazise e qui si può fare il bagno in due splendidi laghi termali.
  2. Cultura: non solo benessere e non solo natura. Il Lago di Garda offre tantissimi spunti anche per tutti gli appassionati di cultura. Il paesaggio è infatti puntaggiato da affascinanti paesi medievali, castelli scaligeri e elegantissime ville. Fra tutti merita una visita il Palazzo Bettoni risalente al XVII secolo e il “Vittoriale degli Italiani”. A Sirmione invece si trovano i resti di una conturbante villa romana dal nome “Grotte di Catullo”.
  3. Natura: la zona attorno al Lago di Garda è letteralmente invasa da castagne, noci, olivi, viti e cereali… una vegetazione ampia e vasta che rende la zona del Garda unica in Italia. Sulle riva orientale si trovano gli olivi grazie al clima mite e alla lieve escursione termica. Su quella occidentale invece crescono forti e magnifici i limoni. Più si sale più la natura assume le caratteristiche tipiche della vegetazione sempreverde. La caratteristica più interessante è legata però a un tipo di coltivazione ossia a giardino. Ogni sponda del Lago di Garda infatti è caratterizzata da giardini dai colori sgargianti e dai profumi emozionanti.
  4. Enogastronomia: il Lago di Garda è collocato tra tre regioni e non è difficile capire come ognuna di esse abbia influenzato tutta l’area, non solo a livello culturale, ma anche gastronomico. Ovviamente il prodotto tipico per eccellenza è l’olio extra-vergine di oliva, seguito dai limoni e dagi agrumi del Garda da cui vengono preparati dolci e la famosa “Acqua di Cedro”. I vini sono altrettanto importanti e quelli più caratteristici del Lago di Garda sono il Nosiola, il Merlot e il Vin Santo.
  5. Sport: dopo il benessere e il buon cibo non possiamo che proporvi un itinerario legato allo sport. Il Lago di Garda offre tantissime opzioni per chi ama tenersi in forma. Partendo dalla vela e dal windsurf ci sono anche tante escursioni e percorsi di trekking che vi portano alla scoperta del Lago di Garda secondo una prospettiva nuova. Se poi volete immergervi nella natura a 360° potete anche andare a cavallo o regalarvi una bella escursione in mountain bike. Per i più avventurosi c’è la possibilità di fare canyoning, parapaendio, kite surf…