Torino è una città soprendente. Se come prima impressione può sembrare un po’ grigia, attorcigliata in se stessa nel centro città e poco accogliente, basta pochissimo per rendersi conto che Torino è un capolavoro vivente. Vivente proprio perchè vive, respira, si muove, cresce e cambia insieme ai suoi abitanti, conservando sempre tracce del suo passato e del suo percorso storico così importante. Per andare alla scoperta di Torino ci sono sicuramente cinque mete che non si possono perdere.

Cinque mete da non perdere a Torino

  • Come primo percorso per andare alla scoperta di Torino possiamo intraprendere un viaggio nella storia. Il Museo Egizio e il Museo Nazionale del Cinema accolgono ogni anno migliai di visitatori che si perdono all’interno di queste moderne e coinvolgenti strutture che raccontano, a modo loro, l’evoluzione dell’Italia, dell’uomo e anche di Torino! Altra meta imperdibile è sicuramente il Museo di Arte Contemporanea nel Castello di Rivoli, ma per ammirare l’evoluzione artistica basta anche passeggiare per il centro dove ci si imbatte spesso in installazioni e opere en plein air.
  • Se si vuole capire bene invece la geografia di Torino e, allo stesso tempo ammirarla in tutta la sua bellezza dall’alto dovrete recarvi in cima alla Mole Antonelliana. Simbolo della città, la Mole fu, nel passato, la costruzione in muratura più alta di tutta Europa. Purtroppo, dopo diverse ristrutturazioni, perse questo titolo. Non cambia però il suo fascino e la sua altezza, 167 metri, che sovrasta quasi tutti gli altri edifici e sembra controllare Torino, come un guardiano grande e gentile.
  • Sempre rimanendo in tema di visuali mozzafiato su Torino, una location splendida si trova sul colle di Superga, ad est della città, con l’omonima basilica. La struttura venne realizzata su commissione del Re Vittorio Amedeo II per ringraziare la Madonna dopo aver combattuto, e vinto, i francesi che assediavano Torino nel 1706. Da qui si respira tutta la storia della città e si gode di un panorama unico, specialmente al tramonto.
  • Chi vuole unire arte e cultura a un po’ di sano shopping può andare alla scoperta di Torino partendo dalle vie del centro, ricche di negozi comodamente accoccolati sotto gli antichi portici. Oppure può decidere di trovare qualche rarità o pezzo unico in quello che, secondo il New York Times, è il più grande mercato all’aperto d’Europa: Porta Palazzo.
  • Per conoscere Torino invece di sera e immergersi nella movida i punti di ritrovo principali sono essenzialmente due. Da una parte c’è l’elegante Piazza Vittorio, costellata di locali, ristoranti, pub, chupiterie che rispondono ad ogni vostra esigenza. Dall’altra parte, se volete vivere un po’ più di “avventura”, si può andare in piazza Santa Giulia. Il clima è più hipster e sicuramente non dovrete formalizzarvi: una birra la si può bere anche comodamente seduti per terra.