La scuola, sta per tonare a pieno regime, ma i nostri ragazzi sono pronti a tornare sui banchi di scuola?

Come da tradizione, durante i mesi di inattività gli insegnanti assegnano agli studenti dei compiti che questi devono gestire durante lo stop vacanziero.

Gli studenti italiani stanno quindi tirando le somme sull’estate appena passata e soprattutto sui compiti delle vacanze.

Stando a un sondaggio effettuato da Skuola.net, infatti, gli ”irriducibili ritardatari” corrispondono a quasi il 27% della totalità degli studenti.

Sono i ragazzi che rimandano fino all’ultimo il momento di sedersi alla scrivania e fare i conti con versioni, espressioni e temi.

La maggior parte, quasi il 43% dei ragazzi, ha adottato invece la ‘strada della diligenza’ quella che ha comportato il fare i compiti un po’ al giorno per tutto il corso dell’estate.

Circa uno studente su 10, ha deciso di togliersi di mezzo subito tutti i compiti sacrificando qualche giorno all’inizio dell’estate per poi godersi le vacanze completamente libero.

Infine, i compiti per le vacanze, non sono un problema per 2 studenti su 10: loro non li hanno fatti proprio.

E altri ancora hanno adottato un’altra fantasiosa tecnica: ”Li ho dati a un’amica che si e’ offerta di farli al posto mio”.