Tra le città più belle che sorgono lungo il letto del Danubio non può non essere annoverata Budapest, capitale ungherese e seconda città dell’ex Impero Austriaco, tanto da rievocare, assieme a Vienna, i fati dell’impero millenario degli Asburgo. Il Danubio taglia la città in due parti ben distinte e con una loro storia caratteristica, Buda, più signorile, e Pest, dove risiedeva il popolo (per altre info su Budapest cliccate qui).

Se si vogliono visitare le vie e i monumenti dell’antico impero asburgico e del regno medievale di Ungheria  si deve necessariamente visitare Buda, che fu affiancata nel 1866 a Vienna come capitale imperiale. Pest invece è famosa per i quartieri popolari e per la stazione principale, dalla quale tutti i visitatori transitano, sia se arrivano via treno che via aereo.

Da non perdere, a Pest, è il Museo Nazionale Ungherese che raccoglie i reperti storici, archeologici e naturalistici del territorio ungherese che testimonia la dominazione bizantina, il regno medievale e la duplice monarchia sotto l’impero Asburgico, dove Budapest a raggiunse il suo massimo splendore (per maggiori info sull’Austria cliccate qui) .

Per gli amanti dell’arte va segnalato il Museo delle Belle Arti che ospita i lavori di Tiepolo, El Greco, Velázquez, van Dyck, Goya, Leonardo, Raffaello, Marco Palmezzano, Dürer, Renoir, Van Gogh, Cézanne e Toulouse-Lautrec. Il Museo dedicato a Ferenc Liszt, è invece la meta prediletta dei pianisti e degli amanti della musica e del compositore che rese lustro, anni addietro all’Ungheria. Infine va ricordato che a Budapest c’è la Sinagoga ebraica più grande d’Europa (per maggiori info sull’Ungheria cliccate qui).

Altri luoghi da non perdere sono il parlamento, dove è conservata la corona di Santo Stefano, la cattedrale gotica e il bastione dei pescatori, probabilmente il luogo più romantico dell’intera città.

photo credit: archer10 (Dennis) via photopin cc