Napoli, capoluogo della Campania è tra le città d’arte italiane più belle d’Europa, poiché oltre a essere ricca di storia e bagnata dal mare e offre uno splendido golfo con dei bastioni difensivi che segnano la sua grandezza passata. Di origine greca e chiamata in principio Partenope, Napoli fu la capitale del Regno delle due Sicilia che dominava l’Italia meridionale.

Tra le principali cose da vedere a Napoli in un weekend è infatti il Palazzo reale di Napoli, edificato alla fine del 1602 commissionato per il sovrano spagnolo Filippo III D’Asburgo dal vice-re Fernando che ingaggiò per l’occasione Domenico Fontana nel 1600. L’architetto finì la costruzione in soli 2 anni (anche se non completamente rifinito). Il sovrano spagnolo non soggiornò più però a Napoli che beneficiò ugualmente della grande costruzione.

Da non perdere è anche il Museo Archeologico di Napoli, inaugurato nel 1816 viene considerato tra i più forniti  e importanti del mondo per le collezioni che ospita. Il Museo sorse per volontà stessa del sovrano Ferdinando IV che intendeva rendere Napoli un polo rilevante per le arti umanistiche. Ritrovamenti dagli scavi della vicina Pompei e altri reperti dell’antica epopea greca vi si possono infatti trovare per la delizia di tutti gli amanti dell’arte classica. Per i più birichini c’è anche la possibilità di vedere gli affreschi erotici, sempre ritrovati a Pompei, ma l’ingresso è riservato a coloro che hanno compiuto la maggiore età.

L’opera d’arte più mistica, affascinante e misteriosa che si può vedere a Napoli è invece il Cristo Velato, che viene visitato ogni anno da migliaia e migliaia di turisti. Per ammirarlo occorre però fare una lunga fila.

photo credit: Stuck in Customs via photopin cc