Perugia è il capoluogo della Regione Umbria, unica regione Italiana del Centro-Sud a non essere bagnate dal mare. La sua caratteristica è l’essere una cittadina tipicamente medievale, sorta sulle ceneri di una rocca e protetta da mura fin dall’epoca romana. È senza alcun dubbio una delle cittadine più suggestive della nostra Penisola, specialmente per gli amanti dell’antichità. In essa infatti, oltre alle rovine medievali, si possono scorgere siti archeologici etruschi e romani che rendono la città di Perugia un vero e proprio museo a cielo aperto.

Gli importanti monumenti sono infatti visibili passeggiando tra le viuzze della città proprio come facevano i popolani degli antichi comuni italici. In Piazza 4 Novembre assolutamente da non perdere è la Fontana Maggiore, una delle più celebri d’Italia. Sorge su una gradinata circolare ed è sorretta da tre ninfe che sorreggono l’anfora dalla quale sgorga l’acqua. In questa fontana si mischiano assieme la mitologia greco-romana e il simbolismo cristiano, in un perfetto connubio che quasi simboleggia un continuum temporale tra il paganesimo e la cristianità.  Attorno alla fontana è infatti possibile scorgere dei rilievi raffiguranti episodi biblici dell’Antico Testamento (per altre info su Perugia cliccate qui)

Tappa assolutamente da non perdere è poi la Rocca Paolina, immortalata dal poeta Giosuè Carducci nella poesia “Il canto dell’amore”. Oltre a essere un suggestivo luogo di transito che permette di arrivare alla parte alta della città, vi si possono scorgere negozi moderni interamente ricavati nella rocca, oltre a esposizioni museali e a mappe e riproduzioni virtuali della città antica (per ulteriori info su Perugia cliccate qui).

Per gli amanti dell’arte etrusca da non mancare è il Pozzo Etrusco, imponente opera che si può ammirare in Piazza Danti risalente al IV secolo a. C.

Infine la Galleria Nazionale dell’Umbria dove poter ammirare dipinti e affreschi dal Tredicesimo al Quattordicesimo Secolo. Tra le opere da ammirare vi sono Piero della Francesca, Duccio di Buoninsegna, Pinturicchio e Perugino (per altre info sull’Umbria cliccate qui).

photo credit: tommyscapes via photopin cc