L’India è il settimo paese più grande al mondo con una superficie di 3.300.600 km², il secondo più popolato con circa 1.200.100.000 abitanti, e viste le dimensioni di cose da vedere ce ne sono tante.
La visita può partire dallo stato del Rajastan, per poi visitare le città di Jaipur, Jaisalmer, Jodhpur, Bundi, Chittorgarh, e Udaipur. Una delle attrazioni principali è il grandissimo Taj Mahal ad Agra, uno dei simboli del paese. Da visitare anche il deserto del Thar, dove è possibile fare diverse escusioni.
Naturalmente da visitare anche le città principali di Nuova Delhi, Mumbay e anche quella che è considerata una delle città più belle, ovvero Calcutta.

Anche la cucina indiana è molto diversificata, che si caratterizza per piatti semplici ma molto saporiti in quanto vengono utilizzate tantissime spezie, e molte erbe aromatiche. Tutti i principali piatti si basano molto suo riso riso e si fa anche molto uso del frumento; fra le spezie indiane invece si usa molto il pepe nero. Ci sono anche dei dolci tipici indiani, soprattutto uno che si fa con lo yogurt che è lo shrikhand.

L’India per quanto possa essere un paese povero, è comunque in fortissima espansione. Bisogna considerare che ancora oggi poche persone utilizzano la macchina, e si va in giro molto spesso in bicicletta. Il servizio dei trasporti pubblici funziona ancora poco bene; è presente anche una linea ferroviaria molto esteso, che è considerata una delle più lunghe al mondo.
Essendo vastissimo, per andarci bisognerebbe identificare prima la zona; generalmente il periodo migliore potrebbe essere da ottobre fino aprile. Prima del mese di ottobre si fanno sentire i monsoni e sono anche molto forti.

Per arrivare in India si può volare anche con l’Alitalia con voli diretti che partono da Roma per Delhi e Mumbay. Si può volare anche con l’Air India su Delhi, Mumbai e Bangalore via Francoforte. I tempi dei voli sono di circa 8 ore che sale a 12 ore se bisogna fare scali.