Cosenza anche soprannominata città dei Bruzi”, è una città da una popolazione di circa 70.000 abitanti, ed è il capoluogo dell’omonima provincia; è anche la città più popolata della Calabria.
E’ una città molto antica, una delle più antiche della regione, che possiede anche il più grande campus universitario del nostro paese, ed una delle migliori università d’Italia.

E’ una città ricca di storia e di cultura alle spalle, e per questo è stata anche identificata come la Atene della Calabria soprattutto per il suo passato culturale; di rilievo è anche l’Accademia Cosentina, che è la seconda del Regno di Napoli, ed è stata una delle prime accademie che sono state fondate in Europa.

Da considerare anche che nel mese di ottobre del 2008, Cosenza ha ottenuto anche il riconoscimento come Città d’arte dalla Regione Calabria per il suo patrimonio storico ed artistico della città. Altra considerazione importante è che Il 12 ottobre del 2011 il Duomo di Cosenza è stato dichiarato dell’UNESCO come “patrimonio testimone di una cultura e di pace”

Molto bello è il suo centro storico, importante ed anche raffinato, pieno di opere architettoniche che danno la testimonianza del suo grande passato. E’ un centro molto ampio, considerato uno dei più interessanti del nostro paese: questo perchè, oltre alla sua grandezza, anche per l’eleganza delle sue forme, alla grandezza dei suoi monumenti e alla raffinatezza dei suoi palazzi signorili. Non mancano anche delle bellissime chiese, dei conventi e delle piazze molto vivaci.

Sicuramente da non perdere è la Biblioteca Nazionale, con i conventi di San Gaetano e San Domenico, e le rispettive chiese che vi sono annesse. Da visitare anche il Palazzo Arnone, dove un tempo sorgeva il Tribunale ed il carcere, che oggi è adibito a Galleria Nazionale. Al suo interno si possono ammirare delle belle opere d’arte come l’icona originale della Madonna del Pilerio, che è santa protettrice di Cosenza, e la Stauroteca, una pregevole croce donata alla città da Federico II nel 1222.

Ci sono anche molti edifici di culto, che hanno in questa città una certa importanza architettonica, come il Duomo dell’XI secolo che è stato voluto dall’allora arcivescovo Luca Giordano. Da considerare anche l’edificio religioso più antico della città, che è la chiesa del santissimo Crocifisso, con il suo convento risalente al XII secolo.

Da visitare sicuramente il Castello Normanno-Svevo, molto bello esternamente, e particolarmente interessante anche al suo interno.

La città di Cosenza non è solo un mix di importanti monumenti e bei edifici: la città è molto accattivante anche semplicemnte per i suoi sapori, per i suoi profumi e per le atmosfere molto suggestive.
Questa è una zona dove si mangia anche molto bene; è una cucina buona e genuina, dove fra le specialità locali si può ricordare i cuddrurieddri, ovvero delle ciambelle fritte salate che si mangiano di solio verso l’Immacolata e nel periodo di Natale. Si mangiano di solito caldi con un bicchiere di vino rosso locale.

Per i secondi piatti, sono molto diffusi il baccalà alla cosentina, che viene condito con patate, con olive nere, peperoni, con salsa di pomodoro, prezzemolo, sale e pepe. Molto buoni sono anche i dolci, come i turdiddri e le scaliddre.

Il clima della città è molto piacevole: le estati sono calde ma non troppo, con degli inverni miti e con delle precipitazioni scarse. Le temperature medie del mese di gennaio, ovvero il mese più freddo, va da una minima di 5°C ad una massima di 14°C; luglio ed agosto che sono i mesi più caldi, vanno da una media di 18°C fino ai 29°C di massima.

Per arrivare a Cosenza in auto, si deve percorrere l’Autostrada A3 SA-RC verso Reggio Calabria se si proviene da nord, o verso Salerno se si viene da Sud. Le uscite sono di Cosenza-Nord e Cosenza-Sud che portano facilmente in città.