La Costiera Amalfitana è una tra le mete italiane più gettonate dai turisti di tutto il mondo. Questo tratto di costa racchiude alcune città bellissime come Amalfi, Positano o Sorrento ricche di sorprese e paesaggi mozzafiato. Il mare e le spiagge sono infatti meravigliose in ogni periodo dell’anno. Un tempo la Costiera Amalfitana era conosciuta come “Costa delle Sirene” e non si fa fatica ad immaginare il perchè.

Racchiusa tra Positano e Vietri sul Mare, questo tratto di costa è considerato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, grazie anche all’eterogeneità delle città che la compongono: bellissime e tradizionali, ma ognuna diversa dall’altra.

Dieci cose imperdibili della Costiera Amalfitana

Decidere di trascorrere le vacanze nella Costiera Amalfitana è sicuramente un regalo bellissimo da fare a voi stessi e a chi sta con voi. Ma per riuscire a godere il più possibile della bellezza di questi luoghi ci sono almeno dieci cose da fare e da vedere che non potete perdervi!

  1. Sorrento: è la prima città che si trova arrivando da Napoli. Il centro molto sofisticato accoglie monumenti di grande importanza storica come il Duomo o la Basilica di San Francesco. Qui, se le condizioni meteo o permettono, potrete rinfrescarvi con un tuffo nelle acque della baia di Ieranto, patrimonio Fai.
  2. Positano:considerata una delle città più belle della Costiera Amalfitana, vedendola dal mare sembra un dipinto. La si può visitare a piedi e i monumenti da non perdere sono la Chiesa di Santa Maria Assunta con la sua Madonna Nera, la Torre della Sponda che all’epoca serviva per controllare l’arrivo dei nemici e tutte le grotte che punteggiano la costa: la Grotta di Mirabella, la Grotta di Mezzogiorno, la Grotta del Generale…
  3. Fiordo di Furore:con questo nome così importante ci si immagina qualcosa di maestoso. In realtà è un ristretto specchio d’acqua alla base di uno strapiombo gigantesco nato per via dello scorrere incessante del torrente Schiato. Il Fiordo di Furore merita però una visita perchè ogni anno ospita una tappa del Campionato Mondiale di Tuffi dalle Grandi Altezze. Il fiordo infatti è scavalcato da un ponte sospeto alto 30 metri.
  4. Amalfi: leggenda vuole che Ercole scelse questo luogo come rifugio della bella ninfa Amalfi, che diete poi il nome alla città. Stupefacente e conturbante quanto la ninfa, anche Amalfi è piena di soprese. Potrete ammirare le torri saracene, l’ex Monastero delle Benedettine, il Monstero della SS.Trinità (oggi sede del Municipio), ma soprattutto Piazza Duomo. Qui si concentra il nucleo della vita amalfitana con la fontana del Popolo e la gradinata della Cattedrale di Sant’Andrea.
  5. Vietri:anche questa città è patrimonio dell’Unesco e, uno dei motivi, è sicuramente legato alla Parrocchiale di San Giovanni Battista. Ciò che rende questa struttura unica e diversa dalle altre è il rivestimento della cuspide del campanile: tutto è realizzato con delle ceramiche dipinte. La tradizione delle ceramiche è legata ai tedeschi che, dopo lo sbarco degli alleati, decisero di rimanere a Vietri. Essi, esperti chimici, realizzarono dei colori irripetibili come il giallo di Vietri.
  6. Maiori: per i più romantici la lunga passeggiata di Maiori è la location perfetta per il vostro amore. Questa città è una delle più turistiche, ma vanta anche un patrimonio storico molto importante che è ancora ben evidente. Si possono notare infatti i ruderi dei castelli e delle torri, sparpagliati lungo la costa come dei ricordi gentili di un passato a volte bellicoso.
  7. Tour a Capri e Ischia: sono due isole che non hanno nemmeno bisogno di spegazioni. Vere e proprie perle del Mar Mediterraneo potrete visitarle grazie a un tour in traghetto, scendere e addentrarvi nel cuore sorprendente di questi luoghi dove culture e natura si fondono perfettamente, senza dimenticare anche un po’ di shopping e di divertimento.
  8. Conca dei Marini: questo luogo è conosciuto in tutto il mondo per la sua “Grotta di Smeraldo”. Si tratta di una grotta, appunto, ma immersa nel mare. Una volta entrati all’interno, via mare o tramite una scalinata, si ammira una cupola di roccia alta 24 metri e un mare color smeraldo che dà il nome alla grotta. Tutto intorno stalattiti e stalagmiti concorrono a rendere questo luogo ancora più affascinante
  9. Il Sentiero degli Dei: per chi vuole fare un po’ di sport questo percorso da trekking tra Bomerano e Nocelle è perfetto. La vista lungo il sentiero è bellissima con scorci inimmaginabili da Praiano a Positano. Il percorso si snoda tra gradini scavati nel mare, natura selvaggia e piccoli borghi, come Nocelle, pronti ad accogliervi.
  10. Cetara: se volete concludere il vostro tour della Costiera Amalfitana con qualcosa di “buono”, Cetare è il luogo che fa per voi. Questo paese ha infatti un’alimentazione tipica basata sul pesce, soprattutto tonno e alici. Un piatto tipico sono quindi gli spaghetti con la colatura di alici.