Crotone, uno dei principali centri della Calabria bagnata dal Mar Ionio, è stata definita «la capitale della Magna Grecia» e viene considerata la città di Pitagora.

Crotone diede i natali a Democede, il medico legato in amicizia a Pitagora, e ad Alcmeone, a cui si deve l’introduzione della fase sperimentale che segue la teoria.

La pratica avviata dal medico Alcmeone fu decisiva in campo scientifico, perché lo epurò da superstizioni e malie di ogni sorta.

La antica città di Kroton viene raccontata dagli antichi come luogo celebre per

il suo clima salubre, per la bellezza delle sue donne, per le fertili campagne e per la forza fisica dei suoi uomini, tra cui ricordiamo il pluri-olimpionico Milone.

Per ciò che riguarda l’epoca contemporanea, invece, la storica località calabra è nota per aver dato i natali al cantante Rino Gaetano, grande interprete della musica leggera italiana negli anni settanta e ottanta, e al musicista Sergio Cammariere, un pianista dotato di straordinario talento e appassionato di jazz.

La città di Crotone ha dedicato a Rino Gaetano un monumento scultoreo che lo effigia abbigliato con il frak, il cappello a tuba e l’ukulele, nello stesso modo, cioè, in cui il cantautore si presentò al festival di Sanremo proponendo “Gianna”.