È il motore di ricerca viaggi Momondo.it a stilare la classifica delle nove destinazioni alternative per girare l’Europa senza spendere troppo. Una fuga di pochi giorni, magari nel solo weekend, per staccare la spina, per prendersi una pausa dal lavoro, magari nel periodo di Natale.

“Le città più popolari tendono ad avere costi alti e, soprattutto durante i weekend e in alta stagione, può risultare difficile godersi appieno le vacanze in ambienti particolarmente affollati” ha dichiarato Clizia L’Abbate, Head of Regional Strategy, South East EU di momondo. “Scegliere destinazioni alternative, invece, può consentire di scoprire località meno turistiche, fuori dai percorsi più battuti e anche aiutare a risparmiare. L’idea di questa speciale classifica nasce dalla volontà di ispirare gli italiani alle prese con l’organizzazione del prossimo viaggio breve nel periodo che li separa dalle vacanze natalizie”.

Se volete spendere poco, girando l’Europa, potrete andare a Olomouc, in Moravia (Repubblica Ceca), dove con una media di 53 euro a notte potrete prenotare il vostro soggiorno in hotel. Una città che – come scrive Momondo.it – offre spettacolari opere architettoniche e tutta la vivacità di una cittadina universitaria insieme a diversi bar e piccole birrerie artigianali. Ma si può viaggiare low cost anche a Traù, Nantes e Siviglia che rispetto a Ragusa, Parigi e Barcellona offrono tariffe alberghiere più vantaggiose.

I paesi più cari – almeno in termini di soggiorno – rimangono Regno Unito e Paesi Bassi anche se si scelgono mete alternative: una notte a Bristol e Utrecht costa in media 102 euro.