Il passaporto serve come documento per l’espatrio quando la meta è uno Stato che non fa parte della comunità europea o del trattato di Schengen. Ecco l’iter da seguire, le pratiche necessarie e i documenti per il passaporto. Per richiederlo occorre presentare alla questura di competenza, cioè quella della propria zona di residenza, documenti specifici, tra cui foto tessera, bollettino pagato e marca da bollo. In questa piccola guida aiuteremo il viaggiatore ad ottenere il proprio passaporto facendogli ottenere il documento con tutte le procedure in maniera agevolata (per info sul rinnovo del passaporto cliccate qui).

Il passaporto è infatti il documento principale per varcare i confini nazionali essendo riconosciuto a livello internazionale e non come la Carta di Identità che è riconosciuta solo dall’Unione Europea.

La richiesta può essere effettuata direttamente online attraverso il sito web della questura di appartenenza. Dal sito è possibile scaricare in formato Pdf il modulo da compilare per la richiesta del rilascio del passaporto. Assieme al modulo si può scaricare la lista completa dei documenti da presentare in modo da poter prendere appuntamento per recapitare direttamente tutto il necessario. La prima cosa che viene richiesta sono le foto, che devono essere fatte su sfondo bianco e senza occhiali da sole. Devono essere uguali con lo sguardo rivolto in avanti.

Con le foto occorre portare in questura una marca da bollo da 40,29 euro e pagare un bollettino postale di 42,50 sul conto corrente n. 67422808 intestato a Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale ‘rilascio del passaporto elettronico’.

Il tempo di attesa per il rilascio è di circa 10 giorni, essendosi i tempi molto ridotti grazie agli automatismi informatici. Quando il documento è pronto si dovrà ritirare direttamente alla questura dove si sono lasciati i documenti, dopo di che si potrà viaggiare tranquillamente in ogni parte del mondo.

photo credit: fabcom via photopin cc