Quando si cerca un hotel dove soggiornare per il periodo delle vacanze c’è chi si accontenta di solo una stanza e un letto per dormire e chi, invece, cerca un’esperienza più completa, che possa essere un luogo di riposo per il corpo ma che pensi anche allo spirito.

Per chi dal proprio hotel cerca qualcosa di più sono nati gli art-hotel, delle strutture alberghiere in cui appesi ai muri non ci sono copie di qualche quadro famoso, ma opere originali degli artisti locali.

I primi art hotel sono apparsi negli Stati Uniti, dove gli albergatori hanno deciso di investire sull’arte e sugli artisti locali. Un esempio è l’Hotel Omni Dallas: un hotel di lusso di 12 piani  con più di 1000 camere, di cui anche parecchie suite, che espone oltre 6.500 opere d’arte realizzate da 150 artisti locali. Chiunque fosse interessato può anche acquistarle.

Anche in Pennsylvania, nella città di Lancaster, c’è il Lancaster Arts Hotel, un art hotel che ospita quasi 300 opere d’arte, per un valore complessivo di 300.000 dollari. Tutte, ovviamente, opera dell’ingegno locale.

Ma anche in Italia ci sono dei posti in cui si può soggiornare in mezzo all’arte: in Sicilia abbiamo l’Atelier Sul Mare, a Castel di Tusa, vicino Cefalù, in cui è tutta la struttura ad essere un’opera d’arte. Qui si può dormire nella stanza La Bocca della Verità o nella Terra e fuoco.