Come risaputo in tutto il mondo, ogni città italiana può vantare alcune eccellenze in fatto di cucina e non a caso sono tantissimi i turisti stranieri che giungono nel nostro paese per deliziare i loro palati con le migliori prelibatezze che le diverse metropoli d’Italia mettono a disposizione. Uno dei piatti maggiormente apprezzati anche e soprattutto dagli italiani è la pizza che, immancabilmente, si trova sempre saldamente in vetta alle preferenze della popolazione, ma è anche vero che negli ultimi anni è cresciuto sempre più l’interesse verso le cucine internazionali, dall’etnico al food a stelle e strisce di qualità e Yelp, l’esperto nella ricerca delle migliori attività commerciali su base locale, ha svelato quali sono i bar, le gastronomie, i ristoranti preferiti dagli italiani analizzando le recensioni realizzate dalle sue community e i punteggi assegnati dagli utenti che hanno testato e commentato le proprie esperienze gastronomiche in giro per la penisola. E’ nata così la Top 100 dei locali più amati per mangiare fuori nelle principali città italiane. Sul podio pizza e specialità toscane

Il podio della Top 100 di Yelp parla chiaro: per gli italiani niente è meglio dei sapori di casa e, in particolare, della pizza. La vetta della classifica, infatti, è dominata da due celebri pizzerie napoletane, L’Antica Pizzeria – Da Michele (4.5/5) e Sorbillo (4.5/5), che si aggiudicano rispettivamente la medaglia d’oro e d’argento dei locali più apprezzati. L’innato amore per la tradizione culinaria italiana è testimoniato anche dalla presenza sul gradino più basso del podio di Mercato Centrale (4.5/5), un autentico paradiso su due piani per gli amanti delle eccellenze toscane, attività fiorentina meglio recensita per la categoria “food”.

Una volta chiarito che il primato della cucina italiana non è in discussione, gli Yelper si dimostrano decisamente entusiasti all’idea di sperimentare anche cucine di Paesi lontani, asiatici ma non solo: scorrendo la Top 100, infatti, ricorrono ben dieci volte locali che propongo sushi, uramaki e altre prelibatezze nipponiche, a volte addirittura rivisitate in salsa carioca, come da Temakinho (4.5/5), per poi imbattersi in ristoranti cinesi e spagnoli, seguiti a ruota da cucine di ogni parte del mondo: vietnamita, indiana, messicana, eritrea come il Warsa (4.5/5) di Milano e, soprattutto, americana. Molto votate, infatti, sono state le attività che servono brunch, burger, milkshake e bagel, offrendo un assaggio di autentica “American life” che non ha niente a che fare con il junk food. Colpisce, infine, l’assenza di locali esclusivamente vegetariani o vegani che, seppur sempre più numerosi e apprezzati, non sembrano ancora in grado di fare definitivamente breccia nei cuori degli Yelper.

Con ben sette attività nella Top 10, Firenze è la città con il maggior numero di locali recensiti, mentre Napoli compare due volte, seguita da Roma. Grande esclusa, a sorpresa, è Milano: per trovare il primo ristorante della città meneghina bisogna infatti scivolare fino all’undicesimo posto, dove compare Poporoya (4.5/5), a testimonianza della grande passione dei milanesi per la cucina asiatica e, in particolare, per le specialità giapponesi, ormai tipiche del capoluogo lombardo quanto la cotoletta e il risotto con l’ossobuco.

A questo link è possibile visualizzare la Top 100 completa.