Dubai, uno dei sette Emirati Arabi Uniti, occupa un territorio che si estende per una superficie di circa 4000 chilometri quadrati, un tripudio di modernità dove la temperatura raramente scende sotto i 50 gradi centigradi.

L’Emirato di Dubai nasce formalmente nel XIX secolo, e, da piccolo villaggio di beduini nel deserto, nel giro di qualche secolo si è trasformata in una città che offre al turista la più grande offerta di tecnologia e architettura futuristica insieme ad una tradizione che ancora permane se si guarda oltre le luci e i grattacieli.

Si può fare tutto a Dubai. Ci sono le spiagge, tra cui anche la spiaggia di Jumeirah interamente riservata alle donne, che qui, e solo qui, possono fare il bagno e prendere il sole senza i velo.

560 moschee punteggiano la città, e dai loro altoparlanti fuoriesce continua la voce dei muezzin che richiamano il popolo alla preghiera, un popolo, quello di questo emirato, composto da varie etnie e nazionalità, si stima che il 75 % della popolazione non sia originaria del posto, ma che sia arrivata qui per le possibilità lavorative che una città continuamente in costruzione offre.

Dubai è inoltre famosa per i suoi centri commerciali, come il Deira City Center, il Mall Of Emirates e l’Ibn Battuta, immensi e futuristici, che rappresentano uno delle maggiori attrazioni per il turista che arriva da queste parti senza sapere che Dubai sa essere molto altro.

Una città pulita, in cui, oltre si divertimenti appannaggio dei soli ricchi, si può godere di una passeggiata lungo