Come la maggior parte delle città tedesche anche Dusseldorf è stata quasi rasa al suolo durante il secondo conflitto mondiale ed è stata poi ricostruita completamente negli anni a venire, per la gioia degli appassionati di architettura moderna.

Tra le rarissime testimonianze v’è la Torre del castello Schlossturm, crollato ancor prima, durante la seconda metà del XIX secolo, che svetta nel centro cittadino, a piazza Burgplatz.

La zona più interessante sia da un punto di vista storico sia nel senso delle attrattive turistiche è l’Altstadt. L’Altstadt è il quartiere più a la page di tutta Dusseldorf, vi si trovano i locali e i negozi più trendy di tutta la città.

Durante le ore serali e soprattutto durante il week end, la zona è particolarmente affollata, soprattutto quella denominata come «il bar più lungo del mondo», ossia il längste Theke der Welt.

Si tratta di un’area di mille metri quadrati pieno di locali serali e notturni, dalle discoteche ai bar, dalle birrerie alle caffetterie.

Insomma Dusseldorf è una città a misura d’uomo, la cui densità di popolazione è di circa 500 mila abitanti ed è nota per l’alto tasso di occupazione, per l’efficienza e per le infrastrutture ed i servizi.

Grazie al benessere di cui gode e del commercio fiorente, Dusseldorf è anche una città cosmopolita ed collegata alle altre città europee da numerosi voli low cost.