Passeggiare per una nuova città senza correre il rischio di smarrirsi, né di finire in qualche tombino aperto mentre si consulta la cartina stradale. E’ questa la nuova promessa di easyJet, la compagnia aerea lowcost leader in Europa che ha presentato a Barcellona un prototipo di scarpe intelligenti, le Sneakair, sviluppate con lo scopo di aiutare i passeggeri a visitare con facilità nuove destinazioni. Queste scarpe, infatti, sono dotate di una tecnologia integrata in grado di connettersi via Bluetooth a un’app che comunica con il GPS dello smartphone, offrendo a chi le indossa la possibilità di orientarsi per le vie della città attraverso l’attivazione di piccoli sensori vibranti.

“La Sneakair è l’ennesimo esempio di come easyJet sia sempre all’avanguardia nell’utilizzo della tecnologia per semplificare l’esperienza dei passeggeri”, ha commentato Peter Duffy, direttore marketing di easyJet. “L’accoglienza riservata alla nostra applicazione e al servizio Mobile Host ci ha dimostrato come i nostri clienti utilizzino la tecnologia prima e durante il proprio viaggio con easyJet, dunque perché non dovrebbero farlo anche una volta giunti a destinazione?”. Il Mobile Host citato da Duffy è un esempio dell’attenzione speciale che la compagnia riserva da sempre alle nuove tecnologie: si tratta di un nuovo servizio easyJet, attivo sin dall’anno scorso, che fornisce ai passeggeri informazioni utili sull’iter aeroportuale, come le indicazioni per il gate e aggiornamenti puntuali sul nastro bagagli.

“Abbiamo sviluppato questa soluzione di navigazione satellitare perché riteniamo che sia un’esigenza per la quale ancora manca una risposta da parte del mercato”, aggiunge Nuria Martinez, direttore dell’Area Digital di D6, partner di easyJet. “Si tratta inoltre di un prodotto ideale per una compagnia aerea come easyJet, che trasporta così tante persone verso destinazioni che non hanno mai visitato prima”. L’obiettivo della compagnia è quello di inserire le Sneakair nel catalogo di prodotti acquistabili in volo, regalando così ai propri passeggeri l’opportunità di godersi la loro destinazione d’arrivo senza gli affanni tipici del nuovo arrivato.