La terza città a salire sul podio internazionale della eco sostenibilità è la capitale dell’ Olanda, Amsterdam, che si è ripromessa di raggiungere il primato per l’anno 2020.

Se già la sua popolazione ha sempre preferito percorrere le stade cittadine a bordo, non di una autovettura a carburante altamente inquinante, ma sulle due ruote della ecologica bicicletta – chiunque, compreso il primo cittadino di Amsterdam, si reca al lavoro pedalando placidamente ogni mattina – la capitale dell’Olanda da anni si impegna nell’investimento, per ciò che riguarda il pubblico, dell’energia verde.

I rifiuti in Olanda, sono considerati, più che disgustosi sacchetti ricolmi di spazzatura, delle biomasse da cui poter produrre green energy.

E così la maggior parte delle imbarcazioni dei canali navigabili che intersecano il tessuto urbano di Amsterdam, come i mezzi di trasporto pubblico, ed i due terzi degli uffici pubblici di cui fa parte lo stesso municipio, vengono alimentati da energia pulita.

Per diventare la capitale più salubre al mondo e superare i primati oggi detenuti da Boston e Parigi, Amsterdam incrementerà l’impiego di green energy, che oggi abbraccia anche la fascia del turismo.

Il turismo ecologico interessa già numerose attività, quali, ad esempio, diverse strutture alberghiere, botteghe, locali notturni e ristoranti.