Fai, l’ente che tutela il territorio ambientale dell’Italia ha organizzato anche quest’anno la Giornata Fai di Primavera. La XXI edizione si terrà il 23 e il 24 marzo, giorni durante i quali 700 gioielli italiani (chiese, palazzi, giardini, borghi, aree archeologiche, e altre meraviglie, spesso inaccessibili), saranno aperti al pubblico.
Sul sito giornatafai.it sono elencati tutti i monumenti aperti, gli itinerari per visitare le città, le visite guidate, gli orari e tante altre informazioni.
In Lombardia, ad esempio, sono aperti: le dimore urbane e le ville di delizia dei grandi casati bresciani, come il Palazzo Averoldi, normalmente chiuso al pubblico; a Erba le sue ville storiche: a Sant’Angelo Lodigiano il meraviglioso Castello Visconteo; a Milano la Cavallerizza, maneggio militare dei primi Novecento, anch’esso sempre chiuso ai visitatori.
In Toscana è possibile visitare: le Mura di Lucca e il Baluardo di San Colombano con i suoi sotterranei; la splendida Villa la Quiete nei dintorni di Firenze e le vie del Boccaccio a Certaldo Alto; a Siena la Scala monumentale e la Cappella della Beata Vergine, anch’essa sempre chiusa al pubblico.
Vi ho elencato solo 2 regioni… potete immaginare quanti sono i luoghi meravigliosi che l’Italia ci offre. Noi personalmente andremo ad Assisi per visitare il Bosco, la Selva e la Basilica di San Francesco: un itinerario alla scoperta della perfetta armonia tra Uomo e Creato che San Francesco volle insegnare al mondo.

photo credit: Antonio_Trogu via photopin cc