Fino a pochi anni fa la Sardegna, paradiso naturale del nostro Bel Paese, ospitava gli ultimi esemplari di foca monaca, animale schivo e timido, oggi purtroppo estinto.

Per chi, stanco della folla e del caos della città, volesse cimentarsi nella ricerca delle tracce di questo animale, si consiglia vivamente l’Ogliastra, in particolare la zona della Sardegna che si estende da Dorgali fino a Baunei.

Questa parte di costa, uno delle più belle in assoluto di tutta la Sardegna, possiede una conformazione molto particolare in cui montagne scoscese si inabissano nel mare con pareti vertiginose che scoprono alla loro base delle grotte spettacolari.

Basta salire su uno dei traghetti che partono da Dorgali o, ancora meglio, affittare un gommone, per poter procedere lungo tutta la costa e godere di questo spettacolo naturale che presenta una delle zone carsiche più grandi d’Europa al cui interno sono racchiuse più di 15 km di gallerie e grotte.

Imperdibile, a soli 20 minuti di navigazione, si raggiunge la Grotta del Bue Marino in cui è stata avvistata l’ultima volta la foca monaca ed in cui è possibile proseguire all’interno in tutta tranquillità grazie ad una comoda passerella metallica che rende agevole la visita anche ad anziani e bambini.

Il percorso si estende per circa 800 metri tra stalattiti e stalagmiti di straordinaria bellezza che danno vita a forme quasi fiabesche.

Il percorso termina al raggiungimento del pianoro su cui è stata avvistata l’ultima foca Monaca prima della definitiva estinzione.

Una guida vi accompagnerà lungo tutto il percorso, fornendovi notizie storiche e naturalistiche.

Per chi amasse aggiungere un pizzico di avventura, è possibile proseguire da quel punto con una guida specializzata per un facile percorso di speleologia.

Ad un prezzo che si aggira intorno ai 60€, vi verrà fornita una muta leggera per permettervi di guadare un piccolo fiume oltre il quale si aprirà una grotta grande come una cattedrale che lascerà senza fiato alla vista di stallatiti che raggiungono quasi il livello a cui vi troverete.

Un modo per apprezzare le bellezze della Sardegna anche fuori stagione.